TimGate
header.weather.state

Oggi 11 agosto 2022 - Aggiornato alle 17:15

 /    /    /  economia industria manifattura ripresa
Economia italiana, la forza di traino dell'industria

- Credit: dwiadro/Unsplash

ripresa03 dicembre 2021

Economia italiana, la forza di traino dell'industria

di Luigi Gavazzi

Boom della manifattura nonostante le difficoltà degli approvvigionamenti e la carenza di manodopera

Il rimbalzo dell'economia italiana nel 2021, certificato anche dall'Ocse che, come abbiamo visto giovedì ha stimato la crescita del Pil al 6,3%, ha nell'industria la protagonista di maggiore rilievo.

 

Spiega Valentina Conte su Repubblica che nel giugno 2020 l'industria italiana aveva perso 40 punti rispetto al 2019.

Invece da giugno del 2021 è tornata ai livelli dell'anno pre-pandemia.

 

Un dato particolarmente significativo soprattutto se teniamo conto che la Germania è ancora di 10 punti sotto il 2019 e la Francia di 5.

 

Vanno bene soprattutto l'elettronica, le costruzioni, i metalli; ancora male il tessile, l'abbigliamento, la pelletteria.

—-

LEGGI ANCHE:

-Lavoro, la ripresa è precaria

—-

 

Le nubi che potrebbero bloccare questo slancio però sono già su di noi. Per esempio le difficoltà della catena globale di fornitura mondiale ancora segnata dagli intoppi causati dalla pandemia, e la recrudescenza di queste settimane del contagio, variante Omicron inclusa. Nuove restrizioni avrebbero un impatto pesante sul lato della domanda interna e internazionale.

 

Per ora le aziende faticano a stare dietro agli ordini, sia per la lentezza di approvvigionamento sia per un deficit di manodopera in alcune funzioni chiave.

-----

LEGGI ANCHE:

Perché la carenza di manodopera rischia di alimentare l'inflazione

Incidenti sul lavoro, più prevenzione e una cultura della dignità

------