TimGate
header.weather.state

Oggi 09 agosto 2022 - Aggiornato alle 22:00

 /    /    /  pnrr governo draghi ritocchi
Gli ultimi ritocchi del governo Draghi al Pnrr

- Credit: maurosbicego/unsplash

contro la pandemia16 aprile 2021

Gli ultimi ritocchi del governo Draghi al Pnrr

di Luigi Gavazzi

Un piano per il rilancio dell'economia, con i fondi del Next Gen Eu

Il 15 aprile Mario Draghi ha cominciato a incontrare le delegazioni dei partiti rappresentati in Parlamento per ascoltare le loro osservazioni sul Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza, noto anche come Recovery Plan.

Ricordiamolo, sono 191,5 miliardi di euro per l’Italia

Come noto, il Pnrr è il piano del governo per usare i fondi in arrivo dall’Unione europea per rifondare l’economia sconvolta dalla pandemia, nel quadro del Next Generation Eu che in totale vale 750 miliardi. All’Italia sono stati assegnati 191,5 miliardi, 27 dei quali dovrebbero arrivare prima dell’estate; sempre che si rispettino i tempi per l’invio del Piano a Bruxelles entro fine aprile.

-----

LEGGI ANCHE:

••• Economia, i prossimi passaggi del Next Generation Eu

••• Ue vara strategia Next Generation Eu: fino a 800 mld al 2026

••• I fondi del Next Gen Eu dovrebbero ridurre la diseguaglianza

••• Recovery Plan: come scegliere fra progetti che valgono 660 miliardi

 

Il Pnrr non verrà stravolto

I giornalisti che seguono da vicino la questione fanno sapere che non ci saranno riscritture del Piano su richiesta dei partiti. Draghi ascolta, accoglierà dei suggerimenti, introdurrà aggiustamenti e integrazioni, ma, spiega Roberto Petrini su Repubblica, l’impianto resterà quello sostanzialmente già definito da Palazzo Chigi.

Le tre grandi riforme

Il piano conterrà anche le indicazioni per le tre riforme ritenute indispensabili dall’Unione europea: pubblica amministrazione, giustizia, semplificazioni.

Investimenti pubblici

Il Pnrr, secondo il governo, sarà la fase per la crescita solida e sostenibile del paese, con investimenti pubblici da finanziare anche con scostamenti di bilancio – come previsto dal Def, documento di economia e finanza varato il 15 aprile dal governo.

Il decreto Imprese

Nel frattempo si mette a punto il decreto Imprese, che dovrebbe essere emanato entro la fine di aprile e che sarà il nuovo provvedimento per far fronte all’emergenza.

La governance del piano

Infine, ancora sul Pnrr, c’è da definire la struttura di gestione, o di governance, come si dice. Sicuramente, dice Petrini, sarà a Palazzo Chigi e ne faranno parte il ministro dell’Economia Daniele Franco; il ministro della Transizione digitale, Vittorio Colao; il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani; il ministro della Mobilità sostenibile, Enrico Giovannini. Non è ancora chiaro quali altre funzioni entreranno nel sistema di governance.