Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 21 aprile 2021 - Aggiornato alle 03:00
Live
  • 07:07 | Da Amazon nuovi investimenti per l'energia rinnovabile
  • 05:29 | Eurolega: Milano soffre poi ribalta il Bayern 79-78 in gara 1
  • 00:52 | MotoGP, la Suzuki correrà nella classe regina fino al 2026
  • 00:32 | Barcelona Open, Sinner e Musetti vittorie convincenti
  • 18:02 | Michael Keaton sarà di nuovo Batman
  • 18:01 | Reinfettare i guariti dal Covid: lo studio nel Regno Unito
  • 18:00 | Covid, in Italia altri 390 morti
  • 17:54 | Netflix e il biopic su Joey Ramone
  • 17:43 | Draghi: "I vaccini sono la chance per fermare la pandemia"
  • 17:37 | Il difficile momento di Brad Pitt
  • 17:31 | I tamponi fai da te in vendita al supermercato
  • 16:14 | Il Musée d'Orsay presto cambierà nome
  • 16:01 | Sangiovanni, tre curiosità sul cantante di Amici 20
  • 15:42 | Cos’è un biocarburante?
  • 15:40 | La retrospettiva di Maurizio Cattelan a Milano
  • 15:37 | Emily Ratajkowski in forma perfetta dopo il parto
  • 15:36 | È possibile chiedere ad Alexa di preparare il proprio espresso!
  • 15:31 | Super League, il governo italiano per la mediazione fra le parti
  • 15:31 | Giochi multiplayer, quali i migliori
  • 14:30 | La playlist di TIMMUSIC dedicata a "Il Trono di Spade"
Recovery Fund, Keynes e il rilancio del Sud d’Italia - Credit: Bendavisual/Unsplash
economia e società 5 aprile 2021

Recovery Fund, Keynes e il rilancio del Sud d’Italia

di Luigi Gavazzi

Dalla crescita del Meridione dipende lo sviluppo di tutto il paese

I fondi del Recovery Fund che arriveranno all’Italia potranno essere usati per colmare i divari di sviluppo tra le aree del paese?

Da alcuni studiosi il tema è stato sollevato in queste settimane.

Da più parti si chiede un intervento di tipo keynesiano di spesa pubblica per investire sul meridione italiano. Isaia Sales, per esempio, su Repubblica del 29 marzo ha esplicitamente chiesto, in un lungo articolo, di fare come ha fatto la Germania, quando dopo l’unificazione fra la Repubblica federale e la Ddr, vennero investiti, in 30 anni, 342,5 miliardi di euro per lo sviluppo dei territori orientali, pari a una quota tra il 4 e il 5% dell’intero Pil.

Esperimento keynesiano

Fu un vero “esperimento keynesiano”, dice Sales, che aiutò l’intera economia tedesca. La Germania oggi è il paese di gran lunga più ricco di quanto fosse prima del 1989. “I benefici generali sono stati nettamente superiori ai costi investiti. Se nel 1980/1989 la crescita complessiva della Germania Ovest era stata in media dell’1,8%, negli anni successivi alla riunificazione si sfiorarono tassi di crescita molto alti, un più 4,5% nel solo 1990 e un più 3,2% nel 1991”. Dagli investimenti all’Est l’intera economia tedesca ricevette dunque uno straordinario stimolo di crescita.

—-

LEGGI ANCHE:
••• A che punto è il benessere in Italia 

••• Perché i fondi del Next Gen Eu dovrebbero ridurre le diseguaglianze 

••• Recovery plan, perché contano gli investimenti 

••• Come cambierà il reddito di cittadinanza

••• Un nuovo Patto di Stabilità per uscire dalla crisi

Ma sarebbe possibile ripetere questo “miracolo” con il Sud italiano?

Sales, contro il pessimismo e il fatalismo che vuole un Sud inesorabilmente irrecuperabile allo sviluppo, ricorda che durante il periodo del boom, fra il 1950 e il 1973, il Pil meridionale registrò il più altro tasso di crescita dal 1861 in poi. Il Pil del Sud arrivò al 60,5% di quello del Centro-Nord, 8 punti in più rispetto al 1950 e un risultato mai più eguagliato dopo il 1973. Con investimenti e un’azione di governo efficiente, quella fase dimostrò che l’impresa si poteva compiere. Senza gli investimenti al Sud, dice Sales, l’Italia sarebbe rimasta “una piccola nazione, ininfluente sullo scenario internazionale”.

Serve dunque una volontà politica e l’occasione del Recovery Fund potrebbe essere utilizzata per questo nuovo boom economico, capace di coinvolgere il Sud del paese nello sviluppo. Sales ricorda il contributo di Alcide De Gasperi, presidente del Consiglio, di Domenico Menichella, banchiere, che tanto contribuì al miracolo economico.

I più visti

Leggi tutto su News