TimGate
header.weather.state

Oggi 10 agosto 2022 - Aggiornato alle 08:00

 /    /    /  economia stimoli spesa stiglitz
Aumentare la spesa per evitare la recessione: la ricetta di Stiglitz

- Credit: MATTIA19/Unsplash

ECONOMIA12 giugno 2020

Aumentare la spesa per evitare la recessione: la ricetta di Stiglitz

di Luigi Gavazzi

Incentivi per stimolare i consumi e gli investimenti immediati


Sono numerosi gli economisti che si chiedono se le azioni intraprese dai governi per rilanciare l’economia dopo il Covid-19 siano adeguate o se, invece, non riusciranno a evitare la recessione.

Fra questi, Joseph Stiglitz, premio Nobel nel 2001 e già capo economista della Banca mondiale. In un articolo pubblicato da Internazionale, Stiglitz osserva come sia lo stesso dipartimento degli affari economici e sociali delle Nazioni Unite a dire che queste misure forse non basteranno a stimolare i consumi e gli investimenti come sperano i politici.
Perché?

Durante l’incertezza, si accantona

Perché una buona parte del denaro messo in circolazione dagli interventi dei governi – politiche di bilancio e monetarie – finisce in riserve di capitale portando a accantonamenti per rischi futuri.

“Durante i periodi di incertezza,” – scrive Stiglitz – “il risparmio precauzionale in genere aumenta, perché le famiglie e le aziende non investono”. Così, aggiunge, “gran parte del denaro che le famiglie e le aziende stanno ricevendo sotto forma di sovvenzioni resterà fermo nei conti in banca”.

Le banche, d’altra parte, “dovranno gestire un eccesso di liquidità per mancanza di investitori”. E tale aumento delle riserve bancarie significa che le politiche di stimolo messe in atto dai governi hanno avuto un basso effetto moltiplicatore.

 

 

LEGGI ANCHE: La Bce compra più titoli contro la recessione – • – La ricetta di Banca d’Italia per ricominciare a crescere – • – Una nuova economia per l’Europa – • – Come spendere i soldi che l’Europa metterà a disposizione dell’Italia.

Che fare?

Secondo Stiglitz, si tratta di ridurre questo rischio e incentivare la spesa. Finché le aziende penseranno che l’economia è debole, rimanderanno gli investimenti, ritardando la ripresa.

L’intervento di garanzia dello stato

Solo lo stato può intervenire su questo circolo vizioso. Per esempio offrendo alle aziende e alle famiglie una garanzia di risarcimento nel caso l’economia non dovesse riprendersi entro una certa data. Se una famiglia decide oggi di comprare un’auto, lo stato potrebbe garantire che avrà la sospensione delle rate se nell’arco di sei mesi la curva della pandemia non scende. Ancora, i governi potrebbero emettere voucher per stimolare i consumi ora. Vale a dire, coupon con una data di scadenza: il che è di solito un forte incentivo ai consumi.