TimGate
header.weather.state

Oggi 25 maggio 2022 - Aggiornato alle 22:07

 /    /    /  elezione presidente repubblica secondo e terzo scrutinio
Presidente della Repubblica: terza votazione

Il palazzo del Quirinale- Credit: Claudio Sisto/Palmigiani / Fotogramma

trattative in corso fra i partiti26 gennaio 2022

Presidente della Repubblica: terza votazione

di Carlo Savelli

Ancora necessari due terzi dei voti. Dal quarto scrutinio, giovedì, basterà la maggioranza assoluta

Mercoledì mattina a partire dalle 11 si tiene la terza votazione per l'elezione del Presidente della Repubblica.

Anche il secondo scrutinio, infatti, svoltosi ieri martedì 25 gennaio, si è concluso senza che nessuno raggiungesse il quorum dei due terzi dei votanti stabilito dalla Costituzione. Le schede bianche sono state 527; i voti dispersi sono stati 125 contro gli 88 registrati il giorno prima. Le schede nulle sono state 38. Per il resto i voti sono andati a vari nomi, i più frequenti Sergio Mattarella e Paolo Maddalena, entrambi con 39 voti.

–––––

LEGGI ANCHE:

Come si elegge il Presidente della Repubblica

Le regole della Costituzione per l’elezione

––––––

Anche nel voto di mercoledì è necessario raggiungere i due terzi degli aventi diritto per eleggere il presidente. Tutto lascia pensare che anche il terzo scrutinio darà esito negativo.

;

Da giovedì invece, con la quarta votazione sarà sufficiente la maggioranza assoluta, vale a dire 505 voti dei grandi elettori.

;

Intanto i partiti e i vari esponenti più in vista della politica lavorano a un nome che possa trovare una larga convergenza indispensabile per sbloccare la situazione. Già nelle prossime ore potrebbe essere più semplice fare qualche previsione sensata. Difficile però, secondo gli osservatori, che già giovedì si arrivi a una soluzione.