TimGate
header.weather.state

Oggi 20 maggio 2022 - Aggiornato alle 22:00

 /    /    /  L'Europa ha superato i 2 milioni di morti per Covid
L'Europa ha superato i 2 milioni di morti per Covid

- Credit: Pixabay

I NUMERI DELL'OMS13 maggio 2022

L'Europa ha superato i 2 milioni di morti per Covid

di Michela Cannovale

E l'Italia è terza al mondo per numero di vittime nell'ultima settimana

Secondo quanto ha segnalato l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) nel suo ultimo report settimanale, l'Europa ha superato i 2 milioni di morti a causa del Covid-19. “Una pietra miliare devastante è stata superata, poiché i decessi confermati di Covid-19 dai Paesi della regione europea dell'Oms hanno superato due milioni di persone”, viene sottolineato dall'agenzia delle Nazioni Unite.

LEGGI ANCHE: Covid-19, la pandemia giorno dopo giorno

Nel report emerge tuttavia che il numero dei contagi e dei decessi per coronavirus è in costante calo a livello globale. Nella settimana tra il 2 e l'8 maggio, infatti, i nuovi positivi sono stati oltre 3,5 milioni, il 12% in meno rispetto ai 7 giorni precedenti. Le vittime sono invece state 12mila i, e cioè il 25% in meno rispetto alla settimana precedente. Nel mondo, dall'inizio della pandemia, sono stati segnalati oltre 514 milioni di casi e oltre 6 milioni di morti. 

 

L'Italia è quarta nel mondo per numero di nuovi contagi

Sempre secondo il report settimanale, l'Italia risulta quarta nel mondo per numero di nuovi contagi registrati (304.573, -21% in confronto alla settimana precedente) e terza per nuovi decessi (910, +1%). Solo a livello europeo, invece, il nostro Paese è secondo per entrambi i parametri. 

 

Davanti a noi per numero di contagi ci sono gli Stati Uniti, dove è segnalato il maggior numero di nuovi positivi (451.414, +19% rispetto ai sette giorni precedenti), l’Australia in seconda posizione (431.410, +59%) e la Germania in terza (427.044, -29%).

 

Quanto ai decessi, al primo posto ci sono ancora gli Stati Uniti (2.652, +19%), poi la Federazione Russa (915, -19%), seguita appunto da Italia, Francia (732, -19%) e Brasile (681, -20%).