TimGate
header.weather.state

Oggi 03 luglio 2022 - Aggiornato alle 11:26

 /    /    /  La casa di Franco Battiato diventerà un museo
La casa di Franco Battiato diventerà un museo

Franco Battiato- Credit: Angela Platania / Fotogramma

CULTURA19 maggio 2022

La casa di Franco Battiato diventerà un museo

di Silvia Marchetti

Villa Grazia, dove l'artista ha vissuto e creato le sue opere, sarà dedicata alla musica

A Milo, alle pendici dell'Etna, si trova la splendida villa nella quale il Maestro Franco Battiato ha trascorso gran parte della sua vita e dove, purtroppo, si è spento il 18 maggio 2021, all'età di 76 anni. Oggi, quella casa, piena di ricordi, di musica, di arte e di cultura, si trasforma in un museo. 

 

LEGGI ANCHE: La morte di Franco Battiato, poeta e Maestro della musica italiana

 

Villa Grazia sorge a Praino, una frazione di Milo, un paesino siciliano di circa mille abitanti. La casa gode di un'incredibile vista sul vulcano attivo e sul Mar Ionico. Si sviluppa su una superficie di 800 metri quadrati immersi nel verde, con piscina, palestra, diversi angoli raccolti per la lettura e il riposo, e uno studio, in cui il Maestro era solito comporre i suoi brani.

.

A poca distanza è situata l'abitazione che fu acquistata da un altro gigante della musica e della cultura, Lucio Dalla, convinto proprio da Battiato a soggiornare spesso in quella magica località per trovare serenità e ispirazione. 

 

A un anno esatto dalla scomparsa della voce de La Cura, la Soprintendenza ai Beni culturali di Catania ha avviato la procedura di dichiarazione di interesse culturale per Villa Grazia. Per tutelare l'importante abitazione e la memoria di Franco Battiato, la sua casa diventerà un museo della musica:

 

"La villa di Milo – precisa Donatella Aprile, Soprintendente di Catania – oltre a essere un bell'esempio di casale rurale, è oggi un luogo simbolico che testimonia la vita di un artista siciliano riconosciuto in tutto il mondo per la peculiarità della sua produzione; la sua casa deve essere preservata perché possa testimoniarne la vita e diventare un luogo di riferimento, un museo della musica che ne possa mantenere la memoria".