TimGate
header.weather.state

Oggi 25 settembre 2022 - Aggiornato alle 14:00

 /    /    /  Gas, Gazprom ha ridotto anche le forniture per l'Italia
Gas, Gazprom ha ridotto anche le forniture per l'Italia

- Credit: Pixabay

ENERGIA DALLA RUSSIA16 giugno 2022

Gas, Gazprom ha ridotto anche le forniture per l'Italia

di Michela Cannovale

Le ragioni, ha spiegato un portavoce di Eni, "non sono state al momento notificate"

A 24 ore dall'annuncio del taglio di oltre il 40% delle consegne giornaliere alla Germania tramite Nord Stream, il colosso energetico russo Gazprom ha fatto sapere che ridurrà anchele forniture di gas per l'Italia.

 

La decisione è stata comunicata direttamente a Eni, che gestisce la rete dei gasdotti sul territorio italiano, senza che però ne venissero spiegate le cause: un portavoce di Eni, interpellato da Ansa, ha confermato che "Gazprom ha comunicato una limitata riduzione delle forniture di gas per la giornata di oggi, pari a circa il 15%. Le ragioni della diminuzione non sono state al momento notificate".

 

Sulla piattaforma di informazioni privilegiate (pip) per il monitoraggio Remit del Gestore dei mercati energetici è stata pubblicata una nota che dice: "Eni ha ricevuto comunicazione di una limitata riduzione dei flussi dal proprio fornitore russo relativamente all'approvvigionamento gas verso l'Italia. Eni continuerà a monitorare l'evoluzione della situazione e comunicherà eventuali aggiornamenti".

 

La riduzione del gas alla Germania

Per quanto riguarda il taglio del 40% delle forniture di gas alla Germania, Gazprom aveva spiegato che la decisione era dovuta a un problema tecnico: al gasdotto manca un pezzo.

 

Il gruppo tedesco Siemens Energy, dal canto suo, ha dichiarato di aver effettivamente riparato la turbina a Montreal e che tuttavia questa non può essere riconsegnata "a causa delle sanzioni disposte dal Canada" contro Mosca per la guerra in Ucraina.

 

Il governo tedesco ha fatto sapere di aver avviato delle verifiche, ma per il vicecancelliere Robert Habeck la riduzione del gas potrebbe essere "una decisione politica e non una decisione tecnica". E ha aggiunto: "Non abbiamo problemi di approvvigionamento in Germania. Gli effetti vanno aspettati. Ai rifornitori è sempre riuscito finora reperire il gas da altre fonti".

 

>> Speciale, la guerra di aggressione russa in Ucraina