Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 07 agosto 2020 - Aggiornato alle 11:51
Live
  • 11:02 | Trump ha obbligato i cinesi a vendere TikTok
  • 09:30 | I giornali di venerdì 7 agosto
  • 09:00 | Chi è Mariana Rodriguez
  • 09:00 | Perché è famoso Alessandro Basciano
  • 09:00 | “Inescapable” è il quinto album dei Godsticks: l’intervista
  • 09:00 | Perché i cani amano i bambini?
  • 09:00 | Buon compleanno Scooby-Doo, il cane combinaguai compie 50 anni
  • 09:00 | Come funziona il bonus baby sitter per i nonni
  • 09:00 | Perché potare le rose?
  • 09:00 | Agricoltura idroponica, cos'è e come funziona
  • 08:46 | Ora Twitter permette di scegliere chi può replicare ai propri tweet
  • 08:45 | Licenziamenti vietati o no? L'importanza della decisione
  • 08:35 | NBA: Pelicans ko con i Kings, vittorie per Portland e Phoenix
  • 07:38 | Neil Young porta in tribunale Donald Trump
  • 07:13 | Roma eliminata, Dzeko durissimo nel dopo gara
  • 06:54 | Europa League, il tabellone dei quarti di finale
  • 06:37 | “Cosa sarà”, film di chiusura della Festa del Cinema di Roma
  • 06:16 | “I segreti di Wind River”, un bel film su TIMVISION
  • 21:40 | La Roma dà primo dispiacere a Friedkin, fuori dall'Europa League
  • 19:50 | Stai pensando di acquistare un divano colorato?
Il nuovo viadotto Polcevera (ex Ponte Morandi) Il nuovo viadotto Polcevera (ex Ponte Morandi) - Credit: Riccardo Arata / Fotogramma
ECONOMIA E INFRASTRUTTURE 9 luglio 2020

Ex ponte Morandi, le cose da sapere dopo la decisione della Consulta

di Luigi Gavazzi

Respinto il ricorso per l'esclusione di Aspi dalla ricostruzione

Mercoledì 8 luglio la Corte costituzionale ha respinto il ricorso di Autostrade per l’Italia (Aspi) per l’esclusione della società dai lavori di ricostruzione del Viadotto Polcevera, il ponte di Genova, anche conosciuto come Morandi, crollato il 14 agosto 2018, disastro che causò la morte di 43 persone.

Fu un decreto del governo che stabilì che Aspi, che aveva in concessione il viadotto, lo gestiva e aveva la responsabilità della manutenzione, non dovesse partecipare alle attività successive, fino alla ricostruzione della struttura.

Il Tar e la Corte costituzionale

Aspi aveva fatto ricorso al Tar della Liguria che in cinque diverse ordinanze del dicembre 2019 aveva chiesto alla Corte costituzionale se nell’esclusione di Aspi dalla ricostruzione non fosse riscontrabile una violazione dell’articolo 41 della Costituzione.

Articolo che garantisce la libertà di iniziativa privata. Secondo la Consulta invece le richieste di Aspi vanno bocciate, insieme a quelle delle altre imprese collegate. La Corte ha respinto anche il ricorso sull’obbligo, per la concessionaria, di far fronte alle spese di ricostruzione del ponte e di esproprio delle aree.


LEGGI ANCHE: Perché è in discussione la concessione a Autostrade per l’Italia


Perché il nuovo ponte sarà comunque gestito da Aspi

Nel frattempo la questione si è complicata perché il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, guidato da Paola De Micheli, ha comunicato al commissario straordinario alla ricostruzione del ponte, e sindaco di Genova, Marco Bucci, che sarà comunque Autostrade per l’Italia a gestire il nuovo ponte, visto che l’azienda è ancora concessionaria.

Tecnicamente un provvedimento corretto, almeno fino a quando non verrà deciso – se ne parla negli ambienti governativi da quasi due anni – di revocare la concessione a Autostrade per l’Italia.

La possibile revoca della concessione a Autostrade

Sulla revoca della concessione dovrebbe decidere il Consiglio dei ministri questa settimana. La partita, secondo Repubblica, si gioca sull’ultimatum del governo a Aspi. Scrivono Carmelo Lopapa e Giovanna Vitale: “O l’azienda di proprietà della famiglia Benetton accetta il pacchetto di condizioni stabilite dai giallorossi – taglio del 5% delle tariffe sull’intera rete, 3 miliardi di transazione tombale e controllo pubblico della società – oppure si procederà con la revoca”.

Leggi tutto su News