Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 02 marzo 2021 - Aggiornato alle 08:00
Live
  • 06:00 | I titoli dei giornali di martedì 2 marzo
  • 02:39 | Festival di Sanremo 2021 al via, tutto quello che c'è da sapere
  • 01:19 | Tommaso Zorzi ha vinto il Grande Fratello Vip 5
  • 23:53 | “The Actor”, nuovo film per Ryan Gosling
  • 22:21 | Covid, vaccini: l'idea di un Digital Green Pass europeo
  • 22:00 | Le canzoni rock che hanno fatto la storia del Festival di Sanremo
  • 21:09 | Alberto di Monaco racconta i suoi figli
  • 20:52 | Milano, al Centro Ospedaliero militare l'hub vaccini della Difesa
  • 19:52 | Chi è il nuovo commissario straordinario per l'emergenza
  • 19:05 | MotoGP 2021, presentato il team Yamaha Petronas di Rossi e Morbidelli
  • 18:23 | Alexa e Siri presto riconosceranno i disturbi del linguaggio
  • 18:00 | “Terminator”, in arrivo una serie animata
  • 17:30 | Covid, in Italia altri 246 morti
  • 17:24 | Francia, perché Sarkozy è stato condannato
  • 16:14 | Meghan Markle indossa un abito premaman
  • 16:02 | Pasta con broccoli, la video ricetta
  • 16:00 | Speranza: "Prossime settimane non facili, accelerare sui vaccini"
  • 15:59 | I Golden Globe di Jodie Foster nel salotto di casa
  • 15:46 | La mostra virtuale di Frida Kahlo per la festa della donna
  • 15:45 | Il futuro della scuola passa dalla digitalizzazione e dalla banda larga
Perché il Giorno della Memoria è proprio il 27 gennaio Auschwitz-Birkenau, gennaio 2020. - Credit: Kay Nietfeld / IPA / Fotogramma
MONDO 27 gennaio 2021

Perché il Giorno della Memoria è proprio il 27 gennaio

di Roberto Pianta

Nel 1945 i sovietici liberano Auschwitz-Birkenau

 

Il Giorno della Memoria è la giornata mondiale della commemorazione dell’Olocausto, lo sterminio razziale operato fra il 1938 e il 1945 dalla Germania nazista con la collaborazione dei suoi alleati (fra cui, va detto, anche l’Italia e poi la Repubblica Sociale Italiana di Mussolini).

La ricorrenza è stata istituita dall’Onu nel 2005 e celebrata per la prima volta il 27 gennaio 2006 come “Giornata internazionale annuale di commemorazione in memoria delle vittime dell'Olocausto”.

Con questa risoluzione, l’Onu invitava tutte le nazioni a organizzare eventi per ricordare il genocidio alle generazioni future.


Perché proprio il 27 gennaio

Il 27 gennaio 1945 siamo all’ultimo anno della Seconda guerra mondiale, e la Germania nazista va oramai verso la sconfitta.
Quel giorno, l’esercito dell’Unione Sovietica, entrato in Polonia, libera il più grande complesso di campi di concentramento e sterminio fra quelli realizzati dal nazismo: Auschwitz-Birkenau.

 

Perché si chiama "Olocausto"

“Olocausto” è una parola del greco antico.

Letteralmente, vuol dire “completamente bruciato” (“òlos”, “tutto”, più “caio”, “bruciare”).
Con questo termine si era soliti indicare i sacrifici di animali, che, anticamente, nelle religioni greca, romana e giudaica, venivano appunto interamente bruciati per ingraziarsi la divinità.

Con la maiuscola (Olocausto), la parola indica lo sterminio degli ebrei nei campi nazisti durante la Seconda guerra mondiale.


Shoa: cosa vuol dire

“Shoa” è un’antica parola ebraica. Significa “distruzione”. Compare anche nella Bibbia, per esempio in Isaia 47, 11, cioè in un libro scritto più o meno nel V secolo avanti Cristo.
Shoa è anche il termine usato per indicare lo sterminio nazista in cui persero la vita circa 6 milioni di ebrei.

 

 

I più visti

Leggi tutto su News