TimGate
header.weather.state

Oggi 14 agosto 2022 - Aggiornato alle 17:07

 /    /    /  Il Futurismo a Cortona
Il Futurismo a Cortona

D'Anna, Comunicazione, Pubblicità e Progresso- Credit: Courtesy Ufficio Stampa

ARTE05 agosto 2022

Il Futurismo a Cortona

di Raffaella Ferrari

Dal 20 agosto nel Foyer del Teatro Signorelli 

In concomitanza con la 60esima edizione di Cortonantiquaria in agenda dal 20 agosto al 4 settembre presso il Centro Convegni Sant'Agostino, quest'anno verrà realizzata nel Foyer del Teatro Signorelli una mostra dedicata al Futurismo. L'esposizione 'Un viaggio nel Futurismo: da Boccioni a Depero' a cura di Simona Bartolena e coordinata da Daniela Porta di Leo Galleries di Monza, vuole celebrare il sessantesimo compleanno della manifestazione che rimane un appuntamento di riferimento nel panorama dell'arte e dell'artigianato a livello internazionale.

 

In mostra i capolavori di Gino Severini, Roberto Marcello Baldessari, Fortunato Depero, Giacomo Balla, Gerardo Dottori, Tullio Crali. Una serie di opere provenienti da collezioni private e dalla collezione di Leo Galleries di Monza, lavori inediti insieme a un dipinto di Giulio D’Anna risalente al 1935-36, esposto per la prima volta. 

 

Movimento, velocità, progresso i temi principali della corrente futurista che accolse diverse modalità espressive: dalla poesia, alla musica con le macchine intonarumori di Luigi Russolo, fino al teatro con un manifesto che sconvolse il mondo. Scritto da Filippo Tommaso Marinetti nel febbraio 1909, il Manifesto fu poi pubblicato sul quotidiano francese Le Figaro: una celebrazione dell'audacia, ribellione, bellezza della velocità '...il movimento aggressivo, l'insonnia febbrile, il passo di corsa, il salto mortale, lo schiaffo ed il pugno...'. Questa la mission che si proponeva il movimento d'avanguardia italiano.