TimGate
header.weather.state

Oggi 03 luglio 2022 - Aggiornato alle 08:00

 /    /    /  Il quarantesimo Premio Piccinni e le borse di studio per i “Geni di domani”
Il quarantesimo Premio Piccinni e le borse di studio per i “Geni di domani”

La madrina della serata Sandra Milo e il presidente Maximilien Seren-Piccinni con alcuni illustri ospiti- Credit: Ufficio Stampa Premio Piccinni

ARTE & MUSICA20 maggio 2022

Il quarantesimo Premio Piccinni e le borse di studio per i “Geni di domani”

di Maria Verderio

Il compositore italiano, tra i più grandi del Classicismo, rivive grazie all’importante progetto internazionale

Niccolò Piccinni (1728-1800) è stato un compositore tra i più importanti del Classicismo e ha contribuito in modo determinante allo sviluppo e alla diffusione dell’Opera Buffa. Il suo capolavoro giovanile è stata La Cecchina ossia La buona figliuola, opera che ebbe un immenso successo nell’Europa dell’epoca.

L’amore per i giovani

Da sempre attento ai giovani e allo studio, Piccinni produsse oltre 116 opere. I suoi eredi organizzano ogni anno la consegna di un importante Premio per i Geni di domani che offre borse di studio a studenti di musica meritevoli. L’ultimo è stato conferito durante la Piccinni Charity Gala a Stezzano, Bergamo, dal presidente Maximilien Seren-Piccinni, ultimo discentente del compositore.

Il Premio Piccinni

Il 40esimo Premio Piccinni è stato conferito dalla madrina e ospite d’onore della serata, Sandra Milo, che ha dichiarato: “questa serata è un’occasione meravigliosa e straordinaria per sostenere i giovani talenti, sottolineando come l’Italia abbia sempre detenuto un primato assoluto nell’arte”. L’ambito Premio è stato consegnato al soprano di fama internazionale Carmela Remigio che ha incantato gli ospiti con la sua meravigliosa voce.

Le borse di studio

Durante il concerto sono stati consegnati altri premi con le tre borse di studio del Concorso Lirico Piccinni per i Geni di Domani, due donate dal Fondo e consegnate dall’Assessore alla Formazione e lavoro Regione Lombardia Melania De Nichilo Rizzoli e una dal Rotary Club Bergamo Hospital 1 GXXIII consegnata dal presidente Roberto Cugini.

Carmela Remigio

Dopo la sua esibizione, Carmela Remigio ha dichiarato: “Piccinni è un autore meraviglioso, a volte troppo poco eseguito, uno dei Maestri più importanti della scuola Settecentesca italiana. Sono felice di ricevere questo storico riconoscimento di cui ho tanto sentito parlare in passato, ripristinarlo dopo anni è come la rinascita di cui abbiamo bisogno”. Una serata di successo per l’aiuto ai giovani musicisti non abbienti per realizzare il loro sogno di studiare musica.