TimGate
header.weather.state

Oggi 07 ottobre 2022 - Aggiornato alle 20:00

 /    /    /  Incendi: nell'estate 2022 ce ne sono stati 5 al giorno
Incendi: nell'estate 2022 ce ne sono stati 5 al giorno

- Credit: Pixabay

ITALIA11 agosto 2022

Incendi: nell'estate 2022 ce ne sono stati 5 al giorno

di Michela Cannovale

Coldiretti: 'Ci vorranno 15 anni per ripristinare completamente le zone verdi'

Cinque ogni giorno: è il bilancio del numero di incendi registrati in Italia dall'inizio dell'estate. A fare il conto è la Coldiretti, che parla di migliaia di ettari di boschi e campi in fumo dalla Maremma toscana al Carso friulano, dal Lazio alla Puglia, dalla Basilicata alla Sicilia fino all’Emilia Romagna, con danni terribili all'ambiente, all'economia, al lavoro e al turismo del nostro Paese.

 

Secondo l'associazione di rappresentanza dell'agricoltura, ci vorranno 15 anni per ripristinare completamente le zone verdi oltre che una spesa minima di diecimila euro all'ettaro fra spese immediate per lo spegnimento dei roghi e la bonifica e spese a lungo termine per la ricostituzione dei sistemi ambientali ed economici delle aree devastate.

 

Coldiretti pone poi l'attenzione sulla causa degli incendi: è vero che il 2022 che si classifica fino ad ora in Italia come l'anno più caldo di sempre con una temperatura superiore di +0,98 gradi rispetto alla media storica, ma molto spesso (addirittura nel 60% dei casi secondo l'associazione) a provocare i roghi è la mano dell'uomo, volutamente ma anche non volutamente.

 

Le regole per evitare gli incendi

Ecco come evitare di provocare erroneamente un incendio, secondo Coldiretti: 

 

- La prima regola è quella di non accendere fuochi non solo nelle aree boscate, ma anche in quelle coltivate o nelle vicinanze di esse, mentre nelle aree attrezzate, dove è consentito, occorre controllare costantemente la fiamma e verificare prima di andare via non solo che il fuoco sia spento, ma anche che le braci siano completamente fredde.

 

- Soprattutto nelle campagne, poi, non bisogna gettare mai mozziconi o fiammiferi accesi dall'automobile e nel momento in cui si è scelto il posto dove fermarsi è bene verificare che la marmitta della vettura non sia a contatto con erba secca che potrebbe incendiarsi.

 

- Inoltre, non abbandonare mai rifiuti o immondizie nelle zone boscate o in loro prossimità e, in particolare, evitare la dispersione nell'ambiente di contenitori sotto pressione (bombolette di gas, deodoranti, vernici, ecc) che con le elevate temperature potrebbero esplodere o incendiarsi facilmente.