Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 24 settembre 2021 - Aggiornato alle 00:00
News
  • 20:55 | SBK, Chaz Davies si ritirerà a fine 2021: “Pronto a voltare pagina”
  • 18:30 | Le foto di Robert Doisneau esposte a Rovigo
  • 16:38 | Rincaro bollette, le mosse del governo per ridurre l’impatto
  • 15:00 | Draghi: il governo non aumenterà le tasse, momento per dare non prendere
  • 14:30 | Vaccini, perché le prime dosi sono aumentate nell’ultima settimana
  • 14:29 | A Tokyo una libreria dedicata allo scrittore Haruki Murakami
  • 14:26 | Come sarà il clima nelle città italiane alla fine di questo secolo
  • 12:45 | Ad Art Basel 2021 artisti e opere di alto livello
  • 11:48 | Gli Usa hanno autorizzato la terza dose per gli over 65
  • 11:45 | Il Milan vince e riaggancia l’Inter
  • 11:40 | La prima vittoria in campionato per la Juventus
  • 10:12 | 7 cose da fare e da vedere a Ivrea
  • 09:40 | Nuova power unit per Leclerc, partirà ultimo in Russia
  • 06:30 | Elezioni federali in Germania: le cose da sapere
  • 06:05 | Il green pass in parlamento e le altre notizie sulle prime pagine
  • 06:01 | Basket, Scola a Varese non sarà solo il nuovo amministratore delegato
  • 03:23 | Green pass obbligatorio sul luogo di lavoro: le cose da sapere
  • 19:50 | MotoGP 2021, Zarco operato al braccio destro: ci sarà ad Austin
  • 19:25 | SBK 2021, programma e orari del GP di Spagna a Jerez
  • 19:00 | Covid, 3.970 nuovi casi con l'1,4% di positività
Gli incendi che devastano la Sardegna - Credit: Pixabay
ITALIA 26 luglio 2021

Gli incendi che devastano la Sardegna

di Michela Cannovale

È stato di emergenza. 1.500 sfollati solo in provincia di Oristano

È di oltre 20mila ettari il bilancio del terreno bruciato nella provincia di Oristano, in Sardegna, da quando, sabato 24 luglio, il caldo infernale e il vento di Scirocco hanno alimentato una serie di incendi che ha devastato terre, raccolti e aziende.

Sono invece quasi 1.500 le persone sfollate costrette a trascorrere la notte di domenica fuori casa. La regione ha dichiarato lo stato di emergenza, in modo che il governo si prepari a decretare lo stato di calamità.

 

Il Montiferru è ormai un cumulo di cenere, così come le campagne che circondano il monte Grighine. Le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco si sono concentrate nei territori di Santu Lussurgiu, Cuglieri, Tresnuraghes, Frossio, Sennariolo, Usellus, Porto Albe, Scano di Montiferro e Cabras. Per spegnere le fiamme sono stati utilizzati otto velivoli Canadair (di cui due provenienti dalla Grecia e due dalla Francia), un elicottero del Reparto volo di Sassari e gli elicotteri del servizio AIB regionale.

 

La mattina del 25 luglio, l'incendio non è ancora stato completamente domato, e c'è preoccupazione soprattutto per alcuni Comuni, visto che la rotazione dei venti potrebbe aprirsi al Maestrale, cambiando così nuovamente direzione alle fiamme, che questa volta interesserebbero la statale 131 "Carlo Felice", principale arteria regionale che collega Cagliari a Sassari, tra Noragugume, Sindia e Macomer.

 

L'ultimo incendio di queste dimensioni nel Montiferru sardo era scoppiato nell'agosto 1994. Il rogo era poi risultato doloso e aveva raso al suolo i boschi di Seneghe, Bonarcado, Cuglieri, Santu Lussurgiu e Scano Montiferro.

I più visti

Leggi tutto su News