TimGate
header.weather.state

Oggi 26 maggio 2022 - Aggiornato alle 01:00

 /    /    /  Il primo caso di variante Omicron in Italia
Il primo caso di variante Omicron in Italia

- Credit: Davide Canella / Fotogramma

coronavirus28 novembre 2021

Il primo caso di variante Omicron in Italia

di Roberto Pianta

Il tracciamento del "paziente zero" ;dal Mozambico alla Campania

 

Per la prima volta in Italia è stata identificata in un paziente la sequenza riconducibile alla nuova variante Omicron, la nuova mutazione che preoccupa il mondo.

Come molti di noi hanno imparato in questi lunghi mesi di lotta al Covid e alle varianti, il sequenziamento del genoma, e quindi del Dna, è un'analisi che la medicina svolge per stabilire la diagnosi del Covid, per capire come curare la malattia ed evitare che si diffonda ad altri. Il sequenziamento è dunque un'attività fondamentale per il tracciamento della variante nel nostro Paese.

 

Chi è il primo paziente Omicron italiano

Il primo paziente Omicron italiano è residente a Caserta, ma il suo sequenziamento è stato svolto a Milano, all'Ospedale Sacco.

 

Il "paziente zero", dirigente dell'Eni, era rientrato l'11 novembre da un viaggio in Mozambico. Una volta in Italia, dopo alcuni giorni si è sottoposto a una visita medica lavorativa a Milano ed è risultato positivo al tampone.

 

L'uomo risulta vaccinato con due dosi.

 

Ha pochi e lievi sintomi. Secondo i sanitari non è in condizioni di pericolo, anzi, sta abbastanza bene.

 

I cinque familiari stretti del paziente - suoi conviventi - sono positivi e in isolamento, ma anche loro al momento mostrano sintomi lievi.