Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 28 luglio 2021 - Aggiornato alle 02:00
Live
  • 00:52 | Perché è importante il pre-vertice sui sistemi alimentari di Roma
  • 17:16 | Il nuovo progetto della Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia
  • 17:15 | Covid, i dati del 27 luglio: aumentano contagi e ricoveri
  • 17:04 | L’esplosione a Leverkusen, in Germania
  • 16:32 | La medaglia di bronzo della spada femminile a squadre
  • 14:35 | Camila Giorgi non si ferma più: è ai quarti di finale!
  • 14:14 | Covid, così aumenta il rischio per i non vaccinati
  • 13:55 | In che senso le due Coree hanno ripreso a parlarsi
  • 13:41 | Scuola, l'obbligo vaccinale è sempre più verosimile
  • 13:04 | Ancora un successo per le azzurre del volley
  • 11:49 | Lazio, c’è l’autocandidatura di Shaqiri
  • 11:30 | La concorrenza nei servizi pubblici: ancora una riforma del governo Draghi
  • 11:13 | Caos Tunisia, il presidente Saied: 'Questo non è colpo di Stato'
  • 10:15 | Pallanuoto, grande rimonta del Settebello con la Grecia
  • 10:09 | Pellegrini nella storia: quinta finale olimpica come Phelps
  • 10:03 | Naomi Osaka perde a sorpresa, eliminata dalle Olimpiadi
  • 01:00 | I vaccini obbligatori per i docenti e le altre notizie sulle prime pagine
  • 22:10 | Aperta la Bourse de Commerce - Collection François Pinault a Parigi
  • 20:02 | Tunisia, il Parlamento: le decisioni del presidente sono 'nulle'
  • 18:43 | Scherma: chi è Daniele Garozzo, medaglia d’argento nel fioretto
Lavoro e infortuni: una strage continua - Credit: edu lauton/Unsplash
ingiustizia sociale 6 maggio 2021

Lavoro e infortuni: una strage continua

di Luigi Gavazzi

Il terribile incidente a Luana D’Orazio riporta in primo piano una piaga nazionale

La morte di Luana D’Orazio, la ragazza di 22 anni deceduta in fabbrica a Prato il 3 maggio ha riportato un po’ di luce sulla terribile costante della società italiana: le persone uccise dal lavoro.

I morti del 2021 (tre mesi)

I dati raccolti dall’Inail sono ancora agghiaccianti: nel 2021, 185 morti nei primi tre mesi dell’anno.

Sono due morti al giorno, in un paese nel quale le attività non sono ancora riprese completamente dopo la grande frenata causata dal Covid.

Dati ai quali vanno aggiunti quelli nascosti dal lavoro nero.

-------

LEGGI ANCHE:

Lavoro, in un anno 945mila occupati in meno

Lavoro, perché crescono gli inattivi e perché il dato è importante

-------

Il 2020

Nel 2020 le denunce all’Inail per decessi sul lavoro – scrive Marco Patucchi su Repubblica del 5 maggio – sono state 1270, 181 in più – pari +16,6% – rispetto al 2019. Il che equivale a oltre tre morti registrati al giorno. È una cifra sulla quale impatta il Covid. Perché ci sono casi di morti legati alla pandemia, ma d’altra parte la riduzione dell’attività anche nel 2020 ha ridotto le attività nelle fabbriche e nei cantieri e la relativa circolazione stradale.

Le denunce di infortunio complessive sono calate infatti del 13,6%; e quelle dei decessi nei trasferimenti per lavoro sono calate del 30%; sono invece aumentati del 34,9% i decessi sul posto di lavoro.

I più visti

Leggi tutto su News