• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 16 gennaio 2022 - Aggiornato alle 22:00
News
  • 09:43 | 7 cose da fare e da vedere a Marsala
  • 21:57 | La Roma ha vinto grazie al nuovo acquisto Oliveira
  • 21:20 | La Sampdoria esonera D’Aversa e richiama Giampaolo
  • 20:35 | Come vedere in tv tutte le partite della Serie A TIM, della Champions e molto altro
  • 20:02 | Roma-Cagliari 1-0, decide al debutto Sergio Oliveira
  • 19:13 | La vittoria del Verona sul Sassuolo (2-4)
  • 17:24 | Venezia-Empoli 1-1, a Zurkowski replica Okereke
  • 15:30 | Presidenti della repubblica: i più anziani e i più giovani
  • 14:46 | Sassuolo-Verona 2-4, tripletta di Barak
  • 14:08 | Sotheby’s New York presenta le aste di primavera
  • 12:56 | Il primo comizio di Donald Trump nel 2022
  • 12:35 | Mascherine Ffp2: ecco come usarle al meglio
  • 11:14 | Il Newcastle vuole Robin Gosens
  • 10:21 | Lo stop alle restrizioni per chi arriva dal sud dell’Africa
  • 10:11 | Il Genoa esonera Shevchenko, arriva Labbadia
  • 10:10 | La vittoria della Lazio a Salerno (0-3)
  • 10:05 | Dybala segna e non esulta, è gelo con la Juventus
  • 09:59 | La vittoria della Juventus sull’Udinese (2-0)
  • 09:41 | L'espulsione di Djokovic: addio Australian Open
  • 00:17 | Come si elegge un presidente della repubblica
Lavoro, l'importanza delle Regioni nella promozione dell'occupazione - Credit: mohamed hassan/Pixabay
economia e welfare 11 settembre 2021

Lavoro, l'importanza delle Regioni nella promozione dell'occupazione

di Luigi Gavazzi

Il piano del govrno legato all’attività dei Centri per l’impiego

Il piano del ministro del Lavoro Andrea Orlando per la riforma delle politiche attive del lavoro – denominato "Gol", Garanzia per l'occupabilità – arriva giovedì 9 settembre alla Conferenza delle Regioni.

Regioni che avranno un ruolo fondamentale nella sua realizzazione, come vedremo fra poco.

Il Piano Gol

Di questo piano, Gol, dovrebbero beneficiare tre milioni di persone, il 75% dei

quali sarebbero donne, disoccupati di lunga durata, persone con disabilità, giovani under 30, lavoratori over 55.

Almeno 800 mila di questi tre milioni dovranno essere coinvolti in attività di formazione. E di questi 800 mila almeno 300 mila dovranno rafforzare le competenze digitali.

 

Il Piano prevede cinque percorsi di inserimento nel mondo del lavoro in base alle caratteristiche e al profilo di ciascuna persona interessata.

Il primo riguarda "il lavoratore facilmente occupabile", al quel serve solo un orientamento e accompagnamento alla nuova occupazione.

Il secondo è "il lavoratore con competenze da aggiornare al quale servono corsi di formazione di breve durata per essere reinserito nel mercato del lavoro" (upskilling).

Il terzo riguarda i lavoratori con "competenze limitate" ai quale serve formazione più forte e capace di reinventare le possibilità di occupazione (reskilling).

Il quarto punta sui lavoratori difficili da riqualificare: qui si deve partire quasi da zero cominciando da corsi base in collaborazione con i servizi sociali e territoriali.

Infine, il quinto percorso riguarda i lavoratori delle crisi aziendali, per i quali è prevista una ricollocazione collettiva.

I Centri per l'impiego

Il piano, dice Valentina Conte su Repubblica, è piaciuto a sindacati e imprese. Ora tocca alle Regioni. Da questi enti dipende il funzionamento del piano. Per ora sono inadempienti. Alle regioni fanno capo i Centri per l'impiego, che hanno un ruolo decisivo nell'azione territoriale per le politiche attive del lavoro.

 

Eppure sono in grave ritardo i previsti concorsi per le assunzioni entro il 2021 di 11600 nuovi addetti nel 552 Centri per l'impiego. Siamo, dice Conte, a meno del 10% di assunti. Questo organico affiancherà gli attuali ottomila addetti. Anche le spese per le sedi  e la formazione degli operatori sono al palo.

Il governo e il Pnrr

Per questo il governo si attende una risposta forte delle Regioni. Del resto bisogna fare in fretta. Ci sono in ballo, ricorda Conte, cinque miliardi di fondi europei, tra Pnrr/Recovery e React-Eu.

-----

LEGGI ANCHE:

Ecco i 25 miliardi, la prima rata del Pnrr

Come saranno i nuovi ammortizzatori sociali

Lavoro, se la ripresa si fonda sulla precarietà 

Lavoro e dignità, la questione decisiva per ripartire

----

I più visti

Leggi tutto su News