TimGate
header.weather.state

Oggi 25 maggio 2022 - Aggiornato alle 15:00

 /    /    /  Le otto nuove sale di Palazzo Maffei a Verona
Le otto nuove sale di Palazzo Maffei a Verona

Uno scorcio della facciata di Palazzo Maffei a Verona- Credit: Di Geobia / Wikimedia Co

ARTE02 dicembre 2021

Le otto nuove sale di Palazzo Maffei a Verona

di Maria Verderio

Il progetto espositivo ha riaperto con un allestimento inedito

Palazzo Maffei a Verona si presenta come un’istituzione anticonvenzionale, sorprendente e ricca di spunti. Nella presentazione che si legge all’ingresso del museo c’è scritto: “Tutte le cose del mondo stanno in un perimetro e il mondo stesso è un confine”. Ora il museo si arricchisce di otto nuove sale espositive straordinarie.

L’edificio seicentesco

Palazzo Maffei è stato edificato nel 1600 e ora, al piano superiore, saranno a disposizione dei visitatori otto nuove sale, una project room e un piccolo teatro per gli eventi culturali. Il nuovo allestimento è stato creato e firmato da Gabriella Belli.

Le sale interne

Le nuove sale appena allestite hanno lo scopo di stimolare il pensiero e le riflessioni dei visitatori, trasportandoli tra un’opera e l’altra. I titoli delle sale contribuiscono a far immergere il visitatore alla scoperta di capolavori sconosciuti. All’interno si possono ammirare reperti antichi, opere di De Chirico e di Mimmo Paladino.

La collezione di Luigi Carlon

Protagonista di questa collezione è Luigi Carlon che ha saputo radunare in una raccolta privata opere di Lucio Fontana, Fausto Melotti, Alberto Burri, Piero Manzoni e Carla Accardi. Gli autori prediletti sono tutti visibili entro le mura di un museo “diverso” e sorprendente che vale la pena visitare.