TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 09:00

 /    /    /  Mascherina chirurgica e mascherina Ffp2: che differenza c'è
Mascherina chirurgica e mascherina Ffp2: che differenza c'è

- Credit: Unsplash/Synatix

Scienza29 dicembre 2021

Mascherina chirurgica e mascherina Ffp2: che differenza c'è

di Roberto Pianta

Guida rapida alla scelta della protezione giusta

 

A seguito del decreto-legge del 23 dicembre 2021, in Italia è obbligatorio indossare le mascherine (chirurgiche o Ffp2) all'aperto.

 

In più - come dice il decreto - è obbligatorio indossare le speciali mascherine di tipo Ffp2 nelle seguenti occasioni:

 

1) su tutti i mezzi di trasporto pubblico;

 

2) in tutti i luoghi dove si tengano spettacoli

(inclusi cinema, teatri, sale da concerto, locali di intrattenimento e di musica dal vivo);

 

3) in tutti i luoghi dove si tengano eventi sportivi (inclusi gli stadi, anche all'aperto).

 

Ma qual è la differenza tra la comune mascherina chirurgica e la mascherina Ffp2? Vediamo di capirlo per bene.

 

La mascherina chirurgica

Lo dice il nome: la mascherina chirurgica prima dell'era Covid era usata negli ospedali dal personale medico e soprattutto dai chirurghi durante le operazioni.

 

Come spiegano gli esperti dell'ospedale San Raffaele di Milano, la capacità filtrante della mascherina chirurgica è soprattutto verso l’esterno. La mascherina, se indossata correttamente su naso e bocca, evita l'uscita delle famigerate "goccioline" che possono trasmettere l'infezione ad altri.

 

Secondo quanto riporta il San Raffaele, nella mascherina chirurgica il potere filtrante in ingresso (cioè la protezione verso chi indossa la mascherina) arriva solo al 20%.

 

La mascherina chirurgica è monouso: può essere indossata per un giorno, ma poi va buttata.

 

La Ffp2

Ffp sta per “Filtering Facepiece Particles”, ossia “filtraggio facciale delle particelle”. Queste mascherine sono progettate per proteggere chi le indossa ma anche le persone vicine.

 

Le Ffp2 filtrano almeno il 94% delle particelle nell'aria, come spiegano qui gli esperti dell'Università del San Raffaele.

 

Anche le mascherine Ffp2 sono monouso. Secondo i medici, possono essere indossate per 8-9 ore consecutive, ma poi devono essere buttate.

 

In commercio, da molti anni, esistono poi anche le maschere Ffp1. Le quali però risultano inadatte a filtrare particelle di piccole dimensioni come quelle del virus. Per questo motivo le mascherine Ffp1 non sono nemmeno prese in considerazione nella lotta contro i contagi da Covid.