TimGate
header.weather.state

Oggi 23 maggio 2022 - Aggiornato alle 03:00

 /    /    /  mercato editoria libri quotidiani italia 2021
Il mercato dei libri festeggia un buon anno di vendite

- Credit: fabspotato/Unsplash

economia07 dicembre 2021

Il mercato dei libri festeggia un buon anno di vendite

di Luigi Gavazzi

Crescita di circa il 16% rispetto al 2020. Ancora in discesa invece i quotidiani

Buone notizie dal mercato dell'editoria libraria italiano mentre per i quotidiani il 2021 ha segnato ancora una importante perdita di copie vendute.

 

I libri

Secondo i dati pubblicati dall'Aie, l'Associazione italiana editori, le previsioni di fine anno per la vendita di libri sono soddisfacenti, migliori di quanto previsto in precedenza.

 

Le vendite di romanzi e saggi nelle librerie e nella grande distribuzione chiuderà il 2021 fra i 1656 e i 1710 milioni di euro, pari a una crescita tra il 12,6 e il 16,3% rispetto al 2020.

 

Tra gennaio e novembre di quest'anno sono stati venduti 92 milioni di libri, con un incremento di copie del 25% rispetto al 2020.

 

L'Aie sottolinea anche che la crescita del mercato è omogenea per i generi. Anche se non mancano le evidenze di alcuni picchi clamorosi: per esempio, i libri sui giochi e il tempo libero, aumentati del 235%; i fumetti del 188%, l'attualità politica del 56%.

—--

LEGGI ANCHE:

Inflazione, un semplice punto della situazione

—--

Le difficoltà della stampa quotidiana

Meno buone invece le notizie sulle vendite dei quotidiani nel 2021. Infatti, le 60 testate censite da Ads (società che certifica vendite e diffusione) hanno nel complesso perso il 10% del volume di copie vendute, tra carta e digitale.

Per avere un'idea del fenomeno:

–nel 2021 la media quotidiana di copie vendute fra carta e digitale è stata di 1,64 milioni;

–nel 2019 era di 2,08 milioni;

–nel 2017 era di 2,45 milioni.

L'80% delle copie "individuali" viene venduta in edicola; il 7% è in abbonamento, il 13% in digitale.