Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Per Conoscere
    • Ricette
    • Sport
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 23 giugno 2021 - Aggiornato alle 07:00
Live
  • 06:00 | Il Recovery, la legge sull'omofobia e le altre notizie sulle prime pagine
  • 18:30 | Meghan Markle parla del suo libro “The Bench”
  • 18:11 | Cannes 2021, Palma d’Oro d’onore a Marco Bellocchio
  • 18:08 | “Io sono Nessuno”, si lavora perché diventi un franchise
  • 17:58 | L’entusiasmo per l’Italia e i numeri record di Casa Azzurri
  • 17:06 | La UEFA conferma la finale a Wembley (con 60.000 spettatori)
  • 17:00 | Covid, i dati del 22 giugno in Italia
  • 17:00 | Alla Reggia di Venaria Reale in Piemonte una mostra sul paesaggio
  • 16:45 | Kourtney Kardashian ha comprato una nuova villa
  • 16:20 | Michele Bravi in concerto "piano e voce", tutte le date estive
  • 16:00 | Rosti di patate in padella, la ricetta
  • 15:26 | Nastri d’Argento 2021, ecco tutti i vincitori
  • 15:20 | Gli spazi della Domus Aurea a Roma ospitano Raffaello
  • 15:12 | 5 curiosità su "Solos", la serie da non perdere su Amazon Prime Video
  • 14:26 | I figli dei Sussex diventeranno principi
  • 14:25 | Le nuove canzoni più ascoltate del momento su TIMMUSIC
  • 13:46 | A Genova torna il Balena Festival, l’intervista all’organizzatore Luca Pietronave
  • 13:11 | Festa di laurea a bordo piscina, cosa non deve mancare
  • 12:45 | Mourinho vorrebbe Sergio Ramos alla Roma
  • 12:27 | Le nuove sanzioni europee contro la Bielorussia
Palù (Aifa): - Credit: Pixabay
CORONAVIRUS 13 maggio 2021

Palù (Aifa): "Sì al richiamo Pfizer e Moderna a 42 giorni"

di Redazione

"Così risparmiamo dosi e copriamo 3 milioni di over 60"

42 giorni dopo la prima somministrazione e non più 21: è quanto è stato deciso per la seconda dose dei vaccini mRna messaggeri Pfizer e Moderna contro il Covid.

A spiegarne le ragioni al Corriere della Sera è Giorgio Palù, presidente dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) e componente del Cts.

 

“Non è un suggerimento. È un’indicazione on label, cioè riportata sulla scheda di accompagnamento del farmaco, il cosiddetto bugiardino, che contraddice la raccomandazione inizialmente rilasciata dai valutatori di Amsterdam”.

 

- LEGGI ANCHE: Che cosa sono i vaccini mRna

 

La decisione di posticipare la seconda dose è stata presa perché “si è calcolato che così facendo si hanno a disposizione dosi sufficienti per proteggere velocemente circa 3 milioni di over 60, attualmente meno coperti dal vaccino ed esposti a significativo rischio di mortalità da Covid 19, pari al 3 per cento”, ha spiegato Palù.

 

E ha sottolineato: “L’efficacia di un vaccino e la sua immunogenicità non vengono compromesse se il richiamo viene spostato fino a un massimo di 42 giorni”.

 

E rispetto a quanto detto dall'azienda Pfizer, e cioè che il vaccino è stato studiato per una seconda somministrazione a 21 giorni, il presidente dell'Aifa ha fatto presente: “Un’industria non può dettare scelte che dipendono dagli enti regolatori e che vengono prese anche sulla base dei risultati osservati sul campo, su decine di milioni di persone e quindi non limitati agli studi di validazione su poche decine di migliaia di casi”.

 

- LEGGI ANCHE: Coronavirus, le ultime news in Italia e nel mondo

I più visti

Leggi tutto su News