TimGate
header.weather.state

Oggi 25 settembre 2022 - Aggiornato alle 20:00

 /    /    /  La sopravvivenza dei pesci nel Tevere è a rischio
La sopravvivenza dei pesci nel Tevere è a rischio

- Credit: Claudio Sisto / Fotogramma

AMBIENTE18 agosto 2022

La sopravvivenza dei pesci nel Tevere è a rischio

di Gianluca Cedolin

Per le forti piogge che seguono la grande siccità

Prima il caldo torrido e la siccità, poi le piogge improvvise, violente: il pattern di un clima impazzito è ormai questo, e le conseguenze per la fauna e la flora sono spesso molto negative. Non fanno eccezione purtroppo i pesci del Tevere, come ha avvertito il Wwf della sezione Lazio. 'È un'estate caratterizzata da una forte siccità e certamente la fauna ittica che popola i nostri fiumi ha già subito forti stress. Con le piogge verranno improvvisamente trasportate nel Tevere numerose e diverse sostanze dormienti che potranno causare nuove morie di pesci', ha detto il presidente del Wwf Roma Raniero Maggini, come riporta l'agenzia Agi.

 

Dopo mesi di sole e alte temperature, le grandi quantità d'acqua che si riversano al suolo in poche ore, che rimettono in molto le sostanze inquinanti usate in agricoltura e depositate lungo i corsi d'acqua minore, ma anche quelle accumulate sull'asfalto delle città. Oltre a questo, i grandi volumi di materiale organico si riversano nei fiumi, soffocando letteralmente i pesci.

 

Per provare a ovviare il problema, oltre a intervenire sulle cause del clima impazzito, secondo il Wwf bisogna rivedere la distribuzione d'acqua per i vari utilizzi, avviando una programmazione più razionale e responsabile. Bisogna inoltre porre dei limiti al consumo di suolo e ammodernare le reti di smaltimento delle acque.