TimGate
header.weather.state

Oggi 22 maggio 2022 - Aggiornato alle 10:10

 /    /    /  Presidenti della repubblica: i più anziani e i più giovani
Presidenti della repubblica: i più anziani e i più giovani

- Credit: Claudio Sisto/Palmigiani / Fotogramma

Italia16 gennaio 2022

Presidenti della repubblica: i più anziani e i più giovani

di Roberto Pianta

Un breve ripasso di ;storia del Quirinale

 

Nella storia dell'Italia repubblicana, il presidente più anziano mai eletto per il suo primo mandato è stato Sandro Pertini: è diventato presidente a 82 anni, nel 1978.

 

Aveva un anno meno Antonio Napolitano, eletto per il suo primo mandato a 81 anni, nel 2006.

Nel 2013, alla fine del settennato di Napolitano, la situazione politica era in stallo, con un parlamento incapace di dare alla maggioranza al governo. Così gran parte di deputati e senatori chiesero a Napolitano di restare presidente per un po' e risolvere i problemi. Napolitano accettò. Era la prima e unica volta nella storia italiana che questo accadeva: mai nessun altro presidente sinora ha avuto un secondo mandato.

Ma già nel 2014, durante il tradizionale messaggio di fine anno, l'89enne Napolitano annunciava comunque le dimissioni per motivi di salute: "A ciò mi spinge l’avere negli ultimi tempi toccato con mano come l’età da me raggiunta porti con sé crescenti limitazioni e difficoltà nell’esercizio dei compiti istituzionali, complessi e altamente impegnativi".

 

Carlo Azeglio Ciampi è diventato presidente a 79 anni, nel 1999.

Mattarella è stato nominato presidente a 74 anni, nel 2015.

Alla stessa età erano diventi presidenti Luigi Einaudi (1948) e Oscar Luigi Scalfaro (1992).

Quando venne eletto, Antonio Segni ha 71 anni. Era il 1962; ma nel 1964, Segni - gravemente malato - diede le dimissioni.

 

A 70 anni Enrico De Nicola è diventato il primo presidente della repubblica. Ma restò in carica pochi mesi. Siamo nel 1948. Nel '46 De Nicola era stato scelto come capo provvisorio dello stato dall'Assemblea costituente. Il 1° dicembre 1948 entrò in vigore la Costituzione e De Nicola diventò automaticamente presidente, ma solo fino maggio, quando, alle prime vere votazioni di un presidente della repubblica i parlamentari elessero Luigi Einaudi.

 

Giovanni Gronchi è stato eletto presidente a 68 anni, nel 1955.

Più giovane di lui era Giuseppe Saragat, "salito al Colle" a 66 anni, nel 1964.

 

Giovanni Leone è diventato presidente a 63 anni, nel 1971. Ma non riuscì a completare il mandato: sette anni dopo, poco prima dell'inizio del suo semestre bianco, venne travolto dallo scandalo seguito alle rivelazioni della giornalista Camilla Cederna nel libro Giovanni Leone, la carriera di un presidente.

 

E il più giovane presidente della storia della repubblica? Per ora, resta Francesco Cossiga: quando fu eletto aveva "solo" 57 anni.

 

 

Leggi anche:

- Come diventare presidente della repubblica