Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 01 dicembre 2020 - Aggiornato alle 15:02
Live
  • 15:02 | Come partecipare alla lotteria degli scontrini
  • 14:51 | Perchè Ficarra e Picone hanno deciso di lasciare "Striscia la Notizia"
  • 14:10 | Perché Trump non è riuscito a cancellare il risultato delle elezioni
  • 14:10 | "Music against AIDS", la speciale playlist di TIMMUSIC
  • 14:01 | Diaconale, la lettera di Lotito: 'Mi hai lasciato'
  • 14:00 | La regina Elisabetta e il Natale senza nipotini
  • 13:56 | Chi è Giovanni Ciacci, vita privata e curiosità
  • 13:50 | Tutti i vincitori di Amici
  • 13:46 | Billie Eilish e le sue 16 nuove canzoni
  • 13:40 | Due milioni di visualizzazioni per la poesia di Savoia al Pibe
  • 13:39 | Crisanti: parlare di sci con 600 morti giorno? Non è paese normale
  • 12:30 | La Galleria Borghese e gli appuntamenti on line
  • 12:15 | Arredamento classico contemporaneo
  • 12:00 | Hugh Jackman e l’amore per la moglie
  • 11:35 | Magia della FA Cup, Mourinho per i dilettanti del Marine
  • 11:08 | La deroga per non lasciare gli anziani soli
  • 10:58 | Arrivano nuovi servizi sugli smart speaker e display Google Nest
  • 10:53 | Presto il processo per la morte di Giulio Regeni
  • 10:51 | Inter svegliata da tifosi del Gladbach: fuochi alle 4 del mattino
  • 10:39 | Morto Arturo Diaconale, giornalista politico, portavoce Lazio
Le proteste contro la chiusura di cinema e teatri - Credit: Duilio Piaggesi / Fotogramma
covid-19 26 ottobre 2020

Le proteste contro la chiusura di cinema e teatri

di Gianluca Cedolin

Il mondo della cultura in rivolta dopo l’ultimo Dpcm

Il settore della cultura si sta rivoltando contro la decisione del governo, contenuta nell’ultimo Dpcm, di chiudere nuovamente i cinema e i teatri per ridurre la diffusione del contagio.

Una protesta che sta prendendo la forma di petizioni, lettere e appelli rivolti al ministro della Cultura Franceschini, e che parte dai numeri: da giugno, quando hanno riaperto, i teatri hanno registrato un solo caso tra gli spettatori in tutta Italia, riuscendo per altro immediatamente a tracciare e isolare i contatti. Stesso discorso vale per i cinema: grazie a rigidi protocolli (mascherina sempre in sala, posti distanziati, prenotazione online e controllo della temperatura), le sale non sono state un veicolo del contagio da giustificarne la chiusura, che manda in crisi i tantissimi lavoratori del mondo dello spettacolo, da chi gestisce i luoghi di cultura a chi produce i contenuti.

 

Il ministro Franceschini, intervistato dal direttore del Corriere della Sera, ha detto che la decisione non riguarda “la sicurezza dei luoghi”, ma ridurre lo spostamento delle persone. Ha definito la scelta “dolorosa”, ma inevitabile per “salvare vite, evitare che il servizio sanitario nazionale collassi”, invitando le persone a tenere duro, assicurando nuovi interventi di sostegno economico del governo e che alla fine della pandemia avremo una gran domanda di cultura. Nonostante questo, fioccano le richieste di una riapertura tempestiva e programmata, sia dagli assessori della Cultura di molti comuni, sia dal mondo dello spettacolo, come la petizione “Non chiudiamo cinema e teatri” su Change.org o gli appelli dell’Associazione cultura Italiae e dell’Unione nazionale interpreti teatro e audiovisivo.

I più visti

Leggi tutto su News