Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 19 gennaio 2021 - Aggiornato alle 16:21
Live
  • 15:33 | Dal 28 gennaio la demo gratuita di Balan Wonderworld
  • 15:32 | Mandzukic, la Curva della Juve: 'Rimarrai nei nostri cuori'.
  • 15:20 | McConaughey lascia e la serie tv alla “True Detective” salta
  • 15:10 | Coppa del mondo di biathlon, 10 azzurri ad Anterselva
  • 15:05 | Emma Watson: chi è il nuovo fidanzato?
  • 15:02 | Manuel Lazzari è il migliore italiano della 18ª di Serie A
  • 14:55 | Semi di zucca: come conservarli per la semina
  • 14:50 | Cosa sappiamo di "Ok", nuovo album di Gazzelle
  • 14:45 | Come prendersi cura delle tartarughe di terra
  • 14:44 | Il Psg esce allo scoperto e si “prenota” per Messi
  • 14:37 | Frasi d'amore per lei: come conquistarla
  • 14:26 | Galateo degli altri paesi, le 10 regole più strane
  • 14:18 | Amore o infatuazione? Come capire la differenza
  • 14:17 | Focolaio Benfica, 17 nuovi casi di positività
  • 13:45 | Ufficiale, Mandzukic al Milan, firma fino al termine del 2021
  • 12:39 | Per Alexei Navalny 30 giorni di custodia cautelare
  • 11:28 | Milik a un passo dal Marsiglia
  • 11:15 | Tiella riso patate e cozze
  • 11:06 | L’apertura di un’università cinese in Ungheria
  • 11:00 | Recovery Plan, le aree dove può essere migliorato
Milano, emergenza coronavirus Milano, emergenza coronavirus - Credit: Duilio Piaggesi / Fotogramma
COVID-19 17 novembre 2020

Quando finirà la pandemia di coronavirus, secondo Aifa

di Michela Cannovale

Si torna a parlare di immunità di gregge

Secondo Aifa, agenzia italiano del farmaco, potremo dire di essere usciti dalla pandemia di coronavirus "quando almeno il 70% delle persone sarà stato immunizzato, la soglia minima che serve a raggiungere la cosiddetta immunità di gregge che impedisce al virus di circolare".

Lo ha detto Nicola Magrini, direttore generale dell'Aifa, in un'intervista a La Stampa.

 

E ha proseguito: "Ma sarà un'operazione lunga e difficile, perché parliamo di vaccinare almeno 40 se non 50 milioni di italiani. E per ottenere una piena immunizzazione per tutti servirà un richiamo a distanza di 3 settimane. Quattro nel caso di Moderna. Solo il vaccino dell'americana Merk Sharp & Dohme richiede una sola somministrazione, ma non arriverà prima dell'estate prossima". 

 

Si inizierà a vaccinare "il personale sanitario, perché vogliamo che i nostri ospedali continuino a funzionare. Contemporaneamente somministreremo i vaccini agli anziani delle Rsa e alle forze dell'ordine. Poi passeremo ai grandi anziani, anche se dobbiamo ancora decidere se conterà soltanto l'età o anche la presenza di altre patologie gravi. Via via sarà poi il turno di tutti gli altri. Diciamo che entro il 2021 potremmo aver coperto l'intera popolazione. Si sta già lavorando a un piano. Poi bisognerà mobilitare tutti i centri vaccinali, oltre che medici di famiglia e pediatri".

 

In merito ai tre vaccini (Pfizer, Moderna, Astrazeneca), Magrini ha spiegato di aspettarsi che "per metà dicembre tutti e tre possano consegnare i dossier con i dati completi per avviare la valutazione da parte dell'Ema, l'Agenzia europea del farmaco. Qualche settimana per completare la revisione dei dati sarà necessaria, ma per metà gennaio potremmo arrivare a una valutazione comparativa di tutti e tre in modo da averli contemporaneamente a disposizione".

 

- LEGGI ANCHE: Coronavirus, le ultime news in Italia e all'estero

I più visti

Leggi tutto su News