TimGate
header.weather.state

Oggi 25 maggio 2022 - Aggiornato alle 18:10

 /    /    /  Quanto manca al picco dei contagi secondo l'Oms
Quanto manca al picco dei contagi secondo l'Oms

- Credit: Joseph Cress / IPA / Fotogramma

COVID-1917 gennaio 2022

Quanto manca al picco dei contagi secondo l'Oms

di Tina Carlyle

Il direttore dell'Europa: ;"È importantissimo che le scuole siano le ultime a chiudere e le prime a riaprire"

Manca poco al picco dei contagi da Covid-19 in Italia: probabilmente solo "due o tre settimane", dopodiché il numero dei nuovi casi giornalieri "comincerà a scendere".

 

È quanto ha dichiarato, ospite di Lucia Annunziata a 'Mezz'ora in più' su Raitre, il direttore regionale dell'Oms per l'Europa Hans Kluge, secondo cui in paesi come Malta e il Regno Unito le infezioni sono già in ascesa.

 

Certo, "non si può scappare dalla variante" e, "visto il numero di persone non vaccinate", è molto probabile che "tra gennaio e maggio 40 paesi su 53 subiranno un elevato stress sulle strutture sanitarie", ha affermato Kluge. Ecco perché questo è un "momento cruciale": "è importante che Paese per Paese si valuti o rivaluti il protocollo dei tamponi e della quarantena" per "evitare problemi sanitari a scuole e economia".

 

"Nessuno può sfuggire al Sars-Cov2" ha ribadito Kluge, ricordando che "l'immunità si ottiene o attraverso il vaccino, oppure con il contagio naturale, a causa della altissima velocità di trasmissione di Omicron". Per questo "è molto importante che si decida per la vaccinazione", perché ci sono le prove che le persone vaccinate "hanno 10 volte meno probabilità di sviluppare malattie gravi o morire".

 

E parlando nello specifico dell'Italia, il direttore di Oms Europa ha sottolineato che la "traiettoria" seguita dal ministro della Salute Roberto Speranza per fronteggiare l'ondata di Omicron "è quella giusta": "la vaccinazione, le dosi booster, l'uso delle mascherine" e "il grande monitoraggio e l'accesso ai farmaci antivirali". Per Kluge, inoltre, "è importantissimo che le scuole siano le ultime a chiudere e le prime a riaprire".