Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 14 aprile 2021 - Aggiornato alle 16:00
Live
  • 14:25 | Gli italiani e la Smart Home, la casa intelligente e sostenibile
  • 16:15 | Madonna ha acquistato la villa di The Weeknd
  • 15:58 | "Ho spento il cielo" di Rkomi e Tommaso Paradiso è su TIMMUSIC
  • 15:41 | Parlar d'Arte: il museo di Lucca va online
  • 15:31 | Nel mondo vengono consumate 129 miliardi di mascherine ogni mese
  • 15:26 | "Raya e l’ultimo drago": "Scegli" è la canzone più amata del film Disney
  • 15:20 | Clima, Gurria (Ocse): Ci serve una tassa grande e grossa sul CO2
  • 15:20 | Volpino nano: caratteristiche e dimensioni
  • 15:06 | Europa-Turchia, cosa c’è dietro il sofagate
  • 15:06 | Perché i cani scodinzolano?
  • 15:00 | Anguilla ricette e idee per cucinarla
  • 14:55 | Universitiamo, la piattaforma di crowdfunding di Pavia
  • 14:00 | Meghan Markle è rimasta a casa per amore di Harry
  • 14:00 | Ramadan: come funziona in tempo di pandemia
  • 14:00 | Così l'Italia si prepara a riaprire
  • 12:30 | Leonardo Maini Barbieri, chi è l'influencer più eleganti di tutti
  • 12:30 | libreria in metallo dal design unico
  • 12:29 | Regno Unito, via ai vaccini per gli under 50
  • 12:07 | I migliori monopattini elettrici: guida alla scelta
  • 12:02 | La Juventus vuole riportare Kean a Torino
Recovery Plan, il lavoro di Draghi e Franco Mario Draghi - Credit: Vincenzo Livieri/Fotogramma
economia 2 marzo 2021

Recovery Plan, il lavoro di Draghi e Franco

di Luigi Gavazzi

Palazzo Chigi e il ministero dell’Economia impegnati per rispettare la scadenza di fine aprile

A che punto è il lavoro italiano sul Recovery Plan? Mancano due mesi al termine massimo di consegna del testo definitivo alla Commissione europea (fine aprile); varie segnali dal nuovo governo indicano che proprio il presidente del Consiglio Mario Draghi ha accentrato su di sé questo compito nel quale viene affiancato dal ministro dell’Economia Daniele Franco. 

I consiglieri esperti

Draghi e Franco sono assistiti da alcuni consiglieri, in numero ristretto.

Tra questi – spiega Roberto Mania su Repubblica del 1 marzo – l’economista Francesco Giavazzi e l’esperto di diritto amministrativo comparato, Marco D’Alberti.

Fine aprile

La scadenza di fine aprile è significativa perché poi il piano non potrà essere cambiato. E mancare a questo appuntamento significa probabilmente non arrivare in tempo per la prima erogazione della parte spettante all’Italia. Questa prima parte dovrebbe essere di circa il 13% del totale di 209 miliardi che sono stati assegnati al nostro paese dal Next Gen Eu. La prima parte dovrebbe arrivare entro l’estate. Sarebbe quindi un bell’aiuto imminente per le ambizioni di ripresa nazionali.

 

LEGGI ANCHE: ••• Economia, i prossimi passaggi del Next Generation Eu ••• L’economia nel 2021: per l’Unione europea quattro questioni vitali ••• I fondi del Next Gen Eu dovrebbero ridurre la diseguaglianza •••

I criteri di spesa e rendicontazione

Come abbiamo visto ripetutamente in questi mesi, da quando il programma europeo di sostegno alle economie colpite dal Covid-19 è stato varato in luglio del 2020, il piano del Recovery prevede che i fondi siano spesi con criteri ben precisi e, ricorda, Mania, sotto il controllo costante della Commissione. “Bisogna indicare non solo i progetti ma anche le conseguenze economiche sull’intero sistema e sui livelli occupazionali, altrimenti non si riceveranno le tranche successive alla prima”.

 

 

LEGGI ANCHE: Pandemia e crisi economica

 

La capacità di elaborazione del ministero e della Ragioneria

Così, in un paese che nel 2020 ha perso circa il 9% di Pil e circa mezzo milione di posti di lavoro, l’impiego produttivo, e non per generare debito, dei fondi del Recovery è certamente una delle priorità del governo. Secondo Mania, l’accentramento sulla presidenza e il ministero dell’Economia, punta a rilanciare la capacità di elaborazione  del ministero stesso e della Ragioneria. La quale, negli ultimi decenni, si è concentrata nella ricerca di coperture finanziarie. Ora invece, “si chiede al ministero di modificare l’approccio e passare dalla ricerca delle coperture finanziarie alle proposte di politica economica”.

I più visti

Leggi tutto su News