Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 24 settembre 2021 - Aggiornato alle 01:00
News
  • 20:55 | SBK, Chaz Davies si ritirerà a fine 2021: “Pronto a voltare pagina”
  • 18:30 | Le foto di Robert Doisneau esposte a Rovigo
  • 16:38 | Rincaro bollette, le mosse del governo per ridurre l’impatto
  • 15:00 | Draghi: il governo non aumenterà le tasse, momento per dare non prendere
  • 14:30 | Vaccini, perché le prime dosi sono aumentate nell’ultima settimana
  • 14:29 | A Tokyo una libreria dedicata allo scrittore Haruki Murakami
  • 14:26 | Come sarà il clima nelle città italiane alla fine di questo secolo
  • 12:45 | Ad Art Basel 2021 artisti e opere di alto livello
  • 11:48 | Gli Usa hanno autorizzato la terza dose per gli over 65
  • 11:45 | Il Milan vince e riaggancia l’Inter
  • 11:40 | La prima vittoria in campionato per la Juventus
  • 10:12 | 7 cose da fare e da vedere a Ivrea
  • 09:40 | Nuova power unit per Leclerc, partirà ultimo in Russia
  • 06:30 | Elezioni federali in Germania: le cose da sapere
  • 06:05 | Il green pass in parlamento e le altre notizie sulle prime pagine
  • 06:01 | Basket, Scola a Varese non sarà solo il nuovo amministratore delegato
  • 03:23 | Green pass obbligatorio sul luogo di lavoro: le cose da sapere
  • 19:50 | MotoGP 2021, Zarco operato al braccio destro: ci sarà ad Austin
  • 19:25 | SBK 2021, programma e orari del GP di Spagna a Jerez
  • 19:00 | Covid, 3.970 nuovi casi con l'1,4% di positività
Riforma della giustizia, che cosa succede ora Marta Cartabia, ministra della Giustizia - Credit: Luigi Mistrulli/Fotogramma
indispensabile per i fondi del pnrr 2 agosto 2021

Riforma della giustizia, che cosa succede ora

di Luigi Gavazzi

Esame e voto in Parlamento per il Disegno di legge che trasforma la giustizia penale

 

La Riforma della giustizia varata giovedì 29 luglio in Consiglio dei ministri dovrà ora passare dal voto delle camere per l’approvazione; qui il governo di Mario Draghi, per sottolineare la centralità del provvedimento per il futuro lavoro dell’esecutivo, porrà la questione di fiducia.

 

Draghi e la ministra Marta Cartabia avevano annunciato la decisione di porre la fiducia già nei giorni precedenti la definizione della mediazione che ha portato tutte le forze della maggioranza rappresentate nel governo a convergere sul testo licenziato giovedì.

 

La riforma della giustizia è considerata fondamentale anche per avere il via libera dell’Unione europea ai fondi del Pnrr.

 

Spiega Matteo Pucciarelli su Repubblica che venerdì 30 luglio il testo della riforma è arrivato alla Commissione giustizia della Camera, che ha votato due emendamenti.

Domenica arriverà nell’aula di Montecitorio che martedì voterà il provvedimento.

Prescrizione

Fra gli osservatori ci si chiede se il compromesso raggiunto da Cartabia e Draghi verrà messo in discussione dal voto dell’aula, visto che non mancano i malumori in alcuni gruppi, quasi tutti in relazione alla prescrizione e alla improcedibilità. 

“Due istituti – sottolinea Giulia Merlo su Domani – che prevedono l’estinzione del reato a fronte del passaggio del tempo che esaurisce la pretesa punitiva dello stato”. Per la prescrizione, in breve, la rivoluzione scatterà nel 2025 quando per tutti i reati ordinari sarà previsto il termine dei due anni in appello e uno in cassazione. In pratica, per il primo grado resta in vigore la prescrizione prevista dalla riforma Bonafede, che viene calcolata sulla base della tipologia di reato; in appello e in cassazione viene invece introdotta la prescrizione cosiddetta processuale in questo caso a estinguersi non è il reato ma il processo.

 

Qui la scheda di Askanews sulle novità della riforma.

-----

LEGGI ANCHE:

Perché la riforma della giustizia è cruciale 

Riforma fiscale in arrivo, che cosa aspettarsi

Lavoro, se la ripresa si fonda sulla precarietà

Perché tutela e dignità del lavoro dei più deboli riguardano tutti

-----

I più visti

Leggi tutto su News