TimGate
header.weather.state

Oggi 04 luglio 2022 - Aggiornato alle 04:00

 /    /    /  Bonaccini vince in Emilia-Romagna, Calabria al centrodestra
Bonaccini vince in Emilia-Romagna, Calabria al centrodestra

Il presidente della Regione Emilia–Romagna, Stefano Bonaccini- Credit: Fotogramma

RISULTATI DEFINITIVI27 gennaio 2020

Bonaccini vince in Emilia-Romagna, Calabria al centrodestra

di Gianluca Cedolin

Il centrosinistra tiene la presidenza della Regione. Santelli batte Callipo nell'altra sfida

09:30 - I dati quasi definitivi

Si sta completando lo spoglio delle elezioni regionali, con i risultati ormai ampiamente acquisiti. In Emilia-Romagna Stefano Bonaccini ha vinto con il 51,4%, contro il 43,7% di Lucia Borgonzoni. Per quanto riguarda i partiti, il Pd colleziona un 34,7%, mentre la Lega arriva al 32%. In Calabria invece vittoria netta della candidata del centrodestra, Jole Santelli, che arriva al 55,4%, contro il 30,2% di Filippo Callipo.

 

Questi sono i risultati nel dettaglio, quando mancano pochissime sezioni:

 

Emilia-Romagna

-Stefano Bonaccini (centrosinistra): 51,4%

Partito democratico 34,7%
Bonaccini presidente 5,8%
E-R coraggiosa 3,8%
Europa verde 2%
+Europa 1,5%
Volt 0,4%

 

-Lucia Borgonzoni (centrodestra): 43,7%

Lega 32%
Fratelli d’Italia 8,6%
Forza Italia 2,6%
Progetto Emilia-Romagna rete civica 1,7%
Il popolo della Famiglia – Cambiamo! 0,3%
Giovani per l’Ambiente 0,3%

 

-Simone Benini 3,5%

Movimento 5 stelle 4,7%

 

-Domenico Battaglia 0,5%

Movimento 3v 0,5%

 

-Laura Bergamini Sinistra 0,4%

Partito comunista 0,5%

 

-Marta Collot 0,3%

Potere al popolo! 0,4%

 

-Stefano Lugli 0,3%

L’altra Emilia-Romagna 0,4%

 

Calabria

-Jole Santelli (centrodestra) 55,4%

Forza Italia 12,5%
Lega 12,2%
Fratelli d’Italia 10,9%
Jole Santelli presidente 8,5%
Unione di centro 6,8%
Casa delle libertà 6,4%

 

-Filippo Callipo (centrosinistra) 30,2%

Partito democratico 15,2%
Io resto in Calabria 7,8%
Democratici progressisti 6,2%

 

-Francesco Aiello 7,3%

Movimento 5 stelle 6,2%
Calabria civica 1,1%

 

-Carlo Tansi 7,1%

Tesoro Calabria 5,1%
Calabria libera 0,7%
Calabria pulita 0,4%

01:15 – Sembra acquisito il risultato sia in Emilia–Romagna sia in Calabria

In Emilia-Romagna, dopo alcune proiezioni si è consolidato il distacco fra il presidente della Regione Stefano Bonaccini del Pd, attorno al 50%, e Lucia Borgonzoni, sostenuta dal centrodestra, che si ferma attorno al 45%.

 

In Calabria invece, come previsto alla vigilia, non c'è stata partita: Jole Santelli (centrodestra) ha stravinto, con un distacco superiore ai 20 punti su Pippo Callipo, del centrosinistra.

 

 

00: 50 - Terza proiezione Rai per l'Emilia Romagna:

 

– Stefano Bonaccini (centrosinistra) al 49,7%
– Lucia Borgonzoni, (centrodestra) 44,7%

 

 

Secondo Swg invece, Bonaccini è al 51%; Borgonzoni al 43%.

 

 

00:35 - Seconda proiezione Rai sull'Emilia Romagna:

– Stefano Bonaccini (centrosinistra) al 48,6%
– Lucia Borgonzoni, (centrodestra) 45,5%

 

 

Sulla Calabria:

– Santelli (centrodestra) 50,9%
– Callipo (centrosinistra) 31,3%

 

 

26 gennaio, ore 00:15 - Prima proiezione Rai sull'Emilia Romagna:

- Stefano Bonaccini (centrosinistra) al 48,2%;
- Lucia Borgonzoni, centrodestra, al 45,9 per cento;
- Simone Benini (M5S) in una forchetta al 4,3%;
- Laura Bergamini (partito comunista) allo 0,5%.

 

 

Ore 23:10 - I primi exit poll alla chiusura delle urne, relativi ai risultati delle elezioni regionali del 25 gennaio 2020 in Emilia-Romagna e in Calabria.

 

 

Emilia-Romagna:
- Bonaccini (centro-sinistra) 48-52%
- Borgonzoni (centrodestra) 43-47%

 

 

Calabria:
– Santelli (centrodestra) 49-53%
– Callipo (centrosinistra) 31-35%

La giornata

Ore 23:00 - Cresce l'affluenza in Emilia Romagna: 58,8%, quasi il doppio del 2014. In Calabria 35%, solo in leggero rialzo.

Dalle 7 di mattina di domenica sono aperti i seggi per le elezioni regionali in Emilia-Romagna e in Calabria, dove i cittadini sono chiamati a votare il nuovo governatore e i componenti del consiglio regionale. I dati sull'affluenza a mezzogiorno parlano di un gran numero di votanti in Emilia-Romagna: il 23,44% nei dati di 145 Comuni su 328. Per dire, alle ultime elezioni (che tuttavia si erano svolte in primavera), alle 12 aveva votato solo il 10,88%.

 

Anche in Calabria il dato dell’affluenza a mezzogiorno cresce, anche se resta molto basso: ha votato il 10,14% delle persone, mentre alla stessa ora di cinque anni fa la percentuale di votanti aveva raggiunto solo l’8,46%.

 

“Sono convinta ci sia voglia di cambiamento, siamo ottimisti – ha detto la candidata del centrodestra in Emilia-Romagna, Lucia Borgonzoni -. Se si vince chiederemo che il governo vada a casa perché sarebbe una bocciatura della sinistra”. Il candidato del centrosinistra (e presidente uscente) Stefano Bonaccini ha affidato invece a Facebook il suo pensiero per gli elettori: “È il momento della verità: dimostreremo, insieme, l’orgoglio di questa terra, che difende le proprie radici e sceglie il futuro, senza lasciare indietro nessuno. Ogni singolo voto è decisivo”