Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 27 ottobre 2020 - Aggiornato alle 10:45
Live
  • 10:17 | Le manifestazioni violente nelle piazze italiane
  • 09:45 | Perché il Cile ha cancellato la Costituzione di Pinochet
  • 09:30 | Stati Uniti, come si elegge il presidente
  • 09:15 | Naan, ricetta del pane indiano
  • 06:00 | I titoli dei giornali di martedì 27 ottobre
  • 23:27 | Le cinque varianti di coronavirus trovate in Italia
  • 23:09 | Covid, Francia: "In realtà siamo a 100mila casi al giorno"
  • 23:09 | Il pareggio tra Milan e Roma (3-3)
  • 22:58 | Milan-Roma 3-3, gol e spettacolo a San Siro
  • 20:21 | Conte: 'Shakthar forte, non si vince a Madrid per caso'
  • 20:15 | TIM Super WiFi: fibra sicura e WiFi certificato
  • 19:56 | Conte spinge i suoi: “Ora Lukaku e Lautaro devono vincere”
  • 19:39 | Chi è 24kGoldn, star della hit "Mood"
  • 19:18 | Juventus vs Barcellona pure sul mercato: piace Gravenberch
  • 19:14 | Le novità dell’app per dispositivi mobili di Youtube
  • 18:56 | “Per un pugno di dollari” diventa una serie tv
  • 18:53 | MotoGP 2020, le pagelle del GP del Teruel ad Aragon
  • 18:22 | Donnarumma: 'Sto bene, chi lotta contro il virus non molli'
  • 18:19 | Su WhatsApp ora si possono silenziare le chat “per sempre”
  • 18:15 | Ryan Reynolds vota per la prima volta negli USA
L'addio a Rossana Rossanda Rossana Rossanda in una foto d'archivio - Credit: Antonia Cesareo / Fotogramma
AVEVA 96 ANNI 21 settembre 2020

L'addio a Rossana Rossanda

di Gianluca Cedolin

Giornalista e intellettuale comunista, fondatrice del Manifesto

È morta domenica Rossana Rossanda, giornalista, scrittrice, intellettuale, comunista e partigiana, fondatrice del Manifesto, che per martedì ha annunciato un'edizione speciale per ricordarla.

Aveva 96 anni e si è spenta nella sua casa nel quartiere Parioli, a Roma, dov'era tornata a vivere due anni fa, dopo aver vissuto per anni a Parigi. Voce autorevole, comunista convinta ma critica, tanto da essere radiata dal Pci, è stata una delle intellettuali più influenti del ventesimo secolo.

 

Nata a Pola nel 1924, in gioventù è allieva del filosofo Antonio Banfi e partecipa alla Resistenza, da antifascista qual era. Negli anni '50 e '60 è stata dirigente del Partito comunista italiano, della cui politica culturale era stata nominata responsabile da Palmiro Togliatti nel 1963, stesso anno in cui viene eletta ala Camera dei deputati. Nel 1969 però, accusata di “frazionismo” dal comitato centrale, viene radiata dal partito, soprattutto per le sue posizioni contrarie all'invasione sovietica della Cecoslovacchia.

 

Nello stesso anno ha fondato il gruppo politico e la rivista Il Manifesto, assieme a Luigi Pintor, Valentino Parlato, Lucio Magri e Luciana Castellina, che nel 1971 diventa quotidiano. Ci collabora fino al 2012, quando decide di separarsi per “l'indisponibilità al dialogo della direzione e della redazione”. È stata l'unica a convincere il capo delle Brigate rosse, Mario Moretti, a parlare del Caso Moro. Sulle Brigate rosse aveva sostenuto, attirandosi non poche critiche, il fatto che fossero figli della tradizione comunista, non da assecondare, ma da contrastare.

 

Amica di Sartre, laica, razionale, è stata compagna tutta lvita con Karol Kewes, ebreo polacco scampato al nazismo e arruolatosi nell'Armata Rossa in Russia, tra i fondatori del Nouvel Observateur, collaboratore del Manifesto. Ha riflettuto a lungo sui movimenti operai e femministi, fino all'ultima uscita pubblica, alla Casa delle donne per sostenere delle candidate di sinistra. La sua autobiografia uscita per Einaudi nel 2005 s'intitola La ragazza del secolo scorso, un secolo profondamente segnato dalla presenza di Rossana Rossanda.

Leggi tutto su News