TimGate
header.weather.state

Oggi 02 luglio 2022 - Aggiornato alle 00:00

 /    /    /  ballerine ucraine scala di milano
Sei ballerine ucraine sul palco della Scala

Roma, un’immagine della Scuola di Ballo Spazio Diamante di Kledi Kadiu- Credit: Camilla Morandi / Ipa-Agency.net / Fotogramma

ARTE16 maggio 2022

Sei ballerine ucraine sul palco della Scala

di Maria Verderio

Scappate dai bombardamenti, le sei ragazze sono state accolte dall’Accademia della Scala e il 15 maggio hanno debuttato sul palco

Si chiamano Sofiia, Daria, Olha, Mariia, Polina e Aleksa, vengono da Kiev e Karkhiv e sono state inserite all’interno della prestigiosissima Accademia milanese che permetterà loro di frequentare i corsi di danza gratuitamente grazie a una raccolta fondi tra dipendenti dell’ente e mecenati.

Dal dramma alla gioia

Le ragazze raccontano del dramma di trovarsi da un giorno all’altro in guerra, senza aspettarselo e senza capire fino in fondo le motivazioni. Così, da un momento all’altro, le sei ragazze non hanno più potuto studiare danza e hanno dovuto smettere ogni esercizio.

Il miracolo

Ma una volta arrivate in Italia, grazie ai loro meriti e alla loro bravura, sono state accolte all’Accademia della scuola di danza della Scala. Meravigliate dell’opportunità, le ragazze hanno espresso la loro gioia e la loro gratitudine per l’accoglienza che hanno ricevuto.

L’arte fa sciogliere i pensieri cattivi

Il 15 e il 17 maggio queste ragazze si sono unite ad altri allievi dell’Accademia in uno spettacolo in memoria di Loreta Alexandrescu, grande insegnante, molto amata, scomparsa qualche mese fa. Una delle musiche su cui hanno danzato e danzeranno è scritta da un autore russo, ma Sofiia a questa provocazione risponde che l’arte non c’entra nulla con la politica, anzi “l’arte fa sciogliere i pensieri cattivi”.