TimGate
header.weather.state

Oggi 14 agosto 2022 - Aggiornato alle 07:45

 /    /    /  Siccità: il possibile razionamento diurno dell'acqua
Siccità: il possibile razionamento diurno dell'acqua

- Credit: Pixabay

L'ALLARME28 giugno 2022

Siccità: il possibile razionamento diurno dell'acqua

di Michela Cannovale

L'extrema ratio contro l'emergenza idrica. Ne ha parlato il capo della Protezione Civile

Un razionamento dell'acqua: è l'extrema ratio che potrebbe essere decisa nel corso dei prossimi giorni per combattere la siccità che da settimane sta colpendo l'Italia. 

 

A parlarne, sentito da Sky TG24, è stato il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio, che commentando l'emergenza idrica ha detto che le autorità stanno prendendo in considerazione il razionamento dell'acqua con chiusura dell'erogazione 'in alcune zone' della Penisola e 'per le fasce diurne'.

 

'Quest’anno - ha fatto presenta Curcio - abbiamo dovuto sopportare il 40/50% di acqua in meno e la siccità è un problema diffuso in tutta Italia. Bisogna capire le misure da mettere in campo per mitigarlo. Stiamo lavorando con le Regioni. Lo stato di emergenza va dichiarato dopo averle definite'.

 

- LEGGI ANCHE: Siccità, Milano ha spento le fontane pubbliche

 

Il capo della Protezione civile ha anche spiegato che 'bisogna poi fare un distinguo tra stato di calamità e di emergenza. Lo stato di calamità riguarda l’agricoltura, lo stato di emergenza è più complesso perché richiede misure più differenziate. Serviranno un paio di settimane, ma di per sé non risolve tutti i problemi'.

 

E ha ricordato: 'Abbiamo anche problemi di infrastrutture come perdite in rete che ci affliggono da anni. Bisogna potenziare la capacità di un dialogo nazionale che poi arrivi sul territorio locale'.

 

- LEGGI ANCHE: Siccità, i provvedimenti regione per regione

- E ANCHE: In Lombardia è finita l'acqua per uso agricolo