TimGate
header.weather.state

Oggi 29 settembre 2022 - Aggiornato alle 13:00

 /    /    /  Lo studio italiano sul vaccino anticancro
Lo studio italiano sul vaccino anticancro

- Credit: Pixabay

SALUTE17 agosto 2022

Lo studio italiano sul vaccino anticancro

di Michela Cannovale

Una risposta efficace contro il tumore utilizzando un siero adenovirale?

Notizie grandiose dal laboratorio Armenise-Harvard di immunoregolazione dell'Iigm (Italian Institute for Genomic Medicine), con sede all'Irccs Fpo di Candiolo, Torino: il team di scienziati diretto da Luigia Pace hanno scoperto come si potrebbe produrre un vaccino contro il cancro sfruttando il sistema immunitario, hanno cioè capito come indurre una risposta efficace contro il tumore utilizzando un siero adenovirale.

 

Risultati dello studio alle mani, tale vaccino agisce aumentando il numero dei linfociti CD8+, che hanno la funzione di identificare e uccidere le cellule infettate da virus o le cellule tumorali. Il farmaco ha inotlre dimostrato di essere sicuro per chi lo riceve dopo essere stato iniettato in 12 pazienti con tumore del colon del tipo Msi (con instabilità dei micro satelliti) in fase metastatica.

 

Lo studio del team italiano, con cui ha collaborato la società biotech svizzero-italiana Nouscom, è stato pubblicato su 'Science Translational Medicine'.

 

'Fino ad oggi - ha spiegato Luigia Pace - il meccanismo con cui i vaccini adenovirali istruiscono il sistema immunitario a colpire le cellule tumorali non era noto e anche per questo la loro efficacia nel trattamento dei pazienti oncologici era dubbia. Con questa scoperta è stato compiuto un importante passo avanti, tanto che è ragionevole pensare che una terapia vaccinale basata su vettori adenovirali potrà presto diventare una concreta opzione terapeutica in oncologia'.

 

Pace ha poi sottolineato: 'Nei vaccini costruiti con vettori adenovirali si possono codificare un alto numero di mutazioni tumorali. In combinazione con i farmaci immunoterapici inibitori dei checkpoint (anti PD-1), si sono dimostrati efficaci contro i tumori studiati'.