Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 14 maggio 2021 - Aggiornato alle 14:39
Live
  • 15:35 | Vaccini anti-Covid: il nuovo record della Germania
  • 15:30 | Regno Unito, i vaccini hanno evitato 12mila morti
  • 15:23 | Italia: stop alla quarantena per chi arriva dall’Ue
  • 15:10 | Il derby tra Roma e Lazio, sabato sera
  • 15:09 | Katie Holmes ed Emilio Vitolo si sono lasciati
  • 14:44 | "Inacustico D.O.C. & More", tutto sul nuovo album di Zucchero
  • 14:33 | Chi è Riccardo Foresi, l’intervista all’artista marchigiano
  • 14:16 | Che fine ha fatto Bill Goodson, coreografo ad Amici
  • 13:59 | I migliori condizionatori a basso consumo: quali scegliere
  • 13:54 | Come evitare di sprecare il cibo
  • 13:47 | 5 posti dove fare il brunch all'aperto a Milano
  • 13:41 | Film che fanno piangere adolescenziali
  • 13:31 | 10 idee per fare amicizia con i vicini di casa
  • 13:19 | La Juventus si gioca tutto contro l’Inter
  • 12:54 | Ok a 4.300 tifosi per la finale di Coppa Italia
  • 12:44 | Le nuove uscite della settimana su TIMMUSIC
  • 12:26 | “Urban Inspirations”, lo show tv di Frankie hi-nrg mc
  • 12:10 | Per la Giornata delle Api su TIMGAMES i clienti TIM giocano gratis a Bee Simulator
  • 11:15 | Brownie al caramello salato, nessuno potrà resistere
  • 11:04 | La mamma di Cristiano Ronaldo e il sogno Sporting
Il problema del richiamo al personale sanitario - Credit: Andrea_Sabbadini / IPA / Fotogramma
VACCINI 22 aprile 2021

Il problema del richiamo al personale sanitario

di Gianluca Cedolin

Per molti tra luglio e agosto saranno passati sei mesi dalla seconda dose

A partire dal 26 aprile entra in vigore il green pass, chiamato da alcuni il passaporto vaccinale, che potrebbe permettere di muoversi liberamente tra regioni e, in seguito, forse di entrare in luoghi come stadi, palestre, locali notturni.

L’introduzione del certificato tuttavia fissa l’efficacia legale del vaccino a sei mesi, un problema per i tantissimi (oltre un milione) operatori sanitari vaccinati per primi, tra gennaio e febbraio: in estate, infatti, dovranno sottoporsi al richiamo, con una dose dello stesso vaccino (prevalentemente Pfizer), un’operazione che va organizzata sin da subito.

 

“Il 20 gennaio ho fatto la seconda dose, questo vuol dire che il 20 luglio mi scade il certificato green - ha detto alla Repubblica Giulio Maria Ricciuto, primario al pronto soccorso dell'ospedale Grassi di Ostia e presidente laziale della Società italiana della medicina d'emergenza-urgenza (Simeu) - ricordo che noi operatori sanitari abbiamo l'obbligo di vaccinazione, per cui non potremo stare più vicini ai pazienti finché non riceveremo la terza dose”. Ricciuto contesta inoltre la decisione di stabilire a sei mesi la scadenza della copertura vaccinale: “Non ci sono evidenze scientifiche per cui possiamo dire che dopo 6 mesi la protezione diminuisce, anzi, dai primi studi su Moderna si parla di efficacia di 9 mesi. Fissare dei limiti così stringenti rischia di creare ancora più caos dal punto di vista organizzativo”.

 

Preoccupazioni simili sono state espresse da Antonio Magi, il presidente dell’Ordine dei medici di Roma, come riporta sempre La Repubblica: “Il problema della terza dose ci sta allarmando, bisogna cominciare ad organizzarsi adesso per farla senza che crei rallentamenti alla campagna vaccinale. Parliamo di centinaia di migliaia di vaccini da destinare nuovamente a una categoria”.

I più visti

Leggi tutto su News