TimGate
header.weather.state

Oggi 06 ottobre 2022 - Aggiornato alle 05:00

 /    /    /  Vaiolo delle scimmie: l'Italia è tra i Paesi più a rischio
Vaiolo delle scimmie: l'Italia è tra i Paesi più a rischio

- Credit: Pixabay

SALUTE06 agosto 2022

Vaiolo delle scimmie: l'Italia è tra i Paesi più a rischio

di Michela Cannovale

Ma è la Spagna ad aver registrato il numero più alto di contagi finora

L'Italia è tra i Paesi europei che rischiano maggiormente di subire nel prossimo futuro un'esplosione di contagi di vaiolo delle scimmie. È quanto conferma una nuova mappa dell'Ecdc che fa il punto sulla circolazione dei casi nel Vecchio Continente.

 

Secondo i dati aggiornati a martedì 2 agosto, sono 15.624 i contagi totali di vaiolo delle scimmie diffusi in 32 Paesi. Con 505 casi, l'Italia è colorata di rosso scuro, proprio come Spagna (4577 contagi), Germania (2724), Francia (2054), Paesi Bassi (927) e Portogallo (633).

 

Finora, 399 persone (pari al 5,6% del totale) hanno necessitato un ricovero. Tre pazienti sono finiti in terapia intensiva, di cui uno per motivi differenti al vaiolo delle scimmie. Due i decessi.

 

L'Ecdc ha inoltre precisato che la maggior parte delle infezioni riguarda persone in età compresa tra i 31 e i 40 anni. Il 99,1% dei contagiati è di sesso maschile. Le eruzioni cutanee rappresentano il sintomo più comune (manifestatosi nel 94,8% dei casi). Tuttavia, non si escludono altri sintomi come febbre, brividi, dolore muscolare, affaticamento o mal di testa (65%).