Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie Clicca Qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

menu
Oggi 06 aprile 2020 - Aggiornato alle 12:30
La casa di riposo con 69 contagiati, in Sicilia Dei militari sorvegliano la stazione di Palermo - Credit: Alessandro Fucarini / Fotogramma
CORONAVIRUS 25 marzo 2020

La casa di riposo con 69 contagiati, in Sicilia

di Gianluca Cedolin

Il sindaco di Villafrati (Palermo) ha dovuto isolare la città

La cittadina siciliana di Villafrati, nell’area metropolitana di Palermo, è diventata zona rossa dopo che in una residenza assistita per anziani è diventata un focolaio devastante del Covid-19: i tamponi hanno confermato in tutto 69 contagi tra ospiti della struttura e dipendenti, costringendo il sindaco, Francesco Agnello, a isolare tutta la città.

Fino al 15 aprile non si potrà entrare e uscire dal comune e tutte le attività saranno sospese, ad eccezione dei servizi essenziali: un regime simile a quello adottato dalle zone focolaio di Codogno e di Vo’ Euganeo nei primi giorni del contagio. All’origine della diffusione del coronavirus nella casa di riposo di Villafrati pare ci sia la visita di una giovane, in arrivo dalla Lombardia.

 

I primi sedici casi positivi tra gli anziani erano stati verificati sabato. Nella struttura sono assistiti 60 anziani e lavorano 75 persone: in tutto, 69 sono risultate positive al coronavirus, fra le quali un 90enne, scomparso martedì nell’ospedale di Partinico. Dei nuovi contagiati, in molti hanno deciso di rimanere nella struttura, ma qualcuno ha scelto l’autoisolamento a casa.

Leggi tutto su News