Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie Clicca Qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

menu
Oggi 27 maggio 2020 - Aggiornato alle 00:10
Live
  • 21:45 | Lega, si parte il 13 giugno, chiusura il 26 luglio poi la Coppa
  • 20:34 | Bundesliga, il Bayern passa a Dortmund ed ipoteca il titolo
  • 20:01 | Parmitano: "Non sapevo del virus da novembre"
  • 19:42 | Alessia Marcuzzi e il marito si sarebbero lasciati
  • 19:11 | "One World, One Prayer", il nuovo singolo dei Wailers è su TIMMUSIC
  • 18:53 | Andrea Bocelli ha avuto il coronavirus e ha donato il plasma iperimmune
  • 18:25 | Laura Pausini, il 29 maggio live speciale per beneficenza
  • 18:23 | Il nuovo epicentro del virus è l'America Latina
  • 18:20 | Usa, il ritorno in pubblico di Joe Biden
  • 18:03 | Toni Servillo vince il Nastro d'Argento alla carriera 2020
  • 17:59 | Economia: perché puntare su una ripresa green, parola di medico
  • 17:52 | MotoGP20 è ora disponibile anche su TIMGames
  • 17:42 | Nole Djokovic presenta il suo torneo, l’Adria Tour
  • 17:22 | Lippi: 'A porte chiuse unico modo per riprendere campionato'
  • 17:13 | Le 10 app gratuite più scaricate al mondo durante la pandemia
  • 17:11 | Sibilia: 'Ottimisti su ripartenza serie A'
  • 17:03 | Chi era Jimmy Cobb, leggendario batterista jazz morto a 91 anni
  • 17:01 | Al via la produzione di mascherine nelle carceri
  • 16:00 | La storia di Perfection, calciatore morto di infarto a 21 anni
  • 15:54 | Champions League, quarti in gara secca e Final Four a Istanbul
Amazon ripartirà con le consegne in Francia il 19 maggio - Credit: iStock
E-COMMERCE 18 maggio 2020

Amazon ripartirà con le consegne in Francia il 19 maggio

di Federico Bandirali

I magazzini chiusi dalle autorità a causa delle scarse misure di sicurezza ad aprile ora sono a norma

Dopo lo stop imposto dalle autorità transalpine ad Amazon a metà dello scorso aprile per problemi di sicurezza dei dipendenti all’interno dei sei magazzini "locali" rispetto al rischio contagio da Covid-19, il colosso dell’e-commerce riaprirà i centri operativi in Francia a partire dal 19 maggio, tornando dunque in un “mercato” solo temporaneamente inaccessibile.  La “ripartenza” è frutto di un accordo tra il management dell’azienda di Jeff Bezos e i rappresentanti sindacali dei lavoratori, che consentirà di riattivare i magazzini in sicurezza, oltre a evadere al meglio su tutto il territorio i tanti ordini in sospeso.

 

- LEGGI ANCHE - Gli ultimi aggiornamenti sul coronavirus

- E ANCHE - Amazon licenzia chi lamenta scarsa sicurezza sul lavoro

 

Come dichiarato sul finire della scorsa settimana dall'azienda al sito Engadget, infatti, molto è cambiato:

"Dalla settimana prossima i nostri dipendenti in Francia torneranno nei rispettivi centri logistici, supportati da oltre 150 nuovi protocolli e da investimenti per milioni di euro già implementati al fine di renderli sicuri.

Questa situazione è stata legata solo a una procedura formale e non ci sono stati cambiamenti significativi alle procedure di sicurezza già adottate. Ora guardiamo avanti per riprendere l’attività al servizio dei nostri clienti con ciò di cui necessitano in questo momento difficile per il Paese".

 

Invece rispetto alla possibilità di sottoporre a tampone i propri lavoratori - proprio mentre Amazon sta creando negli Usa un centro dedicato - per ora nessuna novità “positiva”, al pari delle visiere facciali protettive in 3D prodotte dalla società ma non destinate, se non per acquisti autonomi, ai dipendenti.

 

- LEGGI ANCHE - Amazon produrrà e venderà visiere protettive “anti” coronavirus

 

E se da un lato è vero che negli ultimi mesi il colosso di Bezos ha investito circa 4 miliardi per acquistare dpi, termo scanner e per altre attività atte a prevenire il contagio, dall’altro non si può omettere come gli scontri tra dipendenti e management del colosso di Seattle per le condizioni in cui lavorano i primi, vanno avanti ormai da anni ma sono sempre stati “ignorati” sino all’arrivo della pandemia da coronavirus SARS-CoV-2.

Leggi tutto su News