TimGate
header.weather.state

Oggi 09 agosto 2022 - Aggiornato alle 13:30

 /    /    /  Amazon, stop ai ritardi nelle consegne sotto le feste
Amazon, stop ai ritardi nelle consegne sotto le feste

- Credit: Amazon

E-COMMERCE29 ottobre 2021

Amazon, stop ai ritardi nelle consegne sotto le feste

di Federico Bandirali

La società di Seattle investirà diversi miliardi per ovviare al problema, dopo un bilancio trimestrale deludente

Amazon, affrontando l'annoso problema dei ritardi nelle consegne sotto le feste, ha annunciato che prevede di spendere “diversi miliardi di dollari” per risolvere la questione, che interessa anche tanto le consegne quanto la conservazione degli articoli nei magazzini. La cifra stanziata - ignota ma ingente - servirà per aumentare la retribuzione dei lavoratori, abbassare i costi di spedizione e mitigare i problemi nella catena di approvvigionamento.

 

“Sarà costoso per noi a breve termine, ma è la giusta priorità per i nostri clienti e partner"”, ha dichiarato il CEO della società di Seattle, Andy Jassy, nel comunicato relativo al bilancio del terzo trimestre del 2021.

 

L’ingente spesa in programma da parte del colosso dell’e-commerce è al contempo una promessa e un avvertimento. I ricavi di Amazon hanno deluso gli investitori, in ragione di un calo significativo dei profitti trimestrali rispetto allo scorso anno.

 

Ciò è dovuto in gran parte all'aumento delle spese in tutti i settori di attività di Amazon, che a fronte di 110,8 miliardi di dollari di ricavi ha affrontato spese ingenti in vari ambiti, dall’innovazione tecnologica al marketing passando per il fisco. Questo nonostante un aumento delle entrate su base annua pari al 15%.

 

Jassy, ​​che è stato diventato effettivamente amministratore delegato solo il 5 luglio dopo le dimissioni annunciate da Jeff Bezos, ha evidenziato come le spese in questione siano state necessarie per offrire un servizio qualitativamente buono ai clienti.

 

- LEGGI ANCHE - Amazon Prime permetterà di inviare regali senza inserire l’indirizzo

- E ANCHE: L’integrazione del servizio “Prime Now” nell’app di Amazon

 

“Abbiamo sempre detto che di fronte alla scelta tra l’ottimizzazione per i profitti a breve termine rispetto a ciò che è meglio per i clienti a lungo termine, sceglieremo sempre quest'ultima – la chiosa di Jassy -, che ha infine definito gli “investimenti straordinari nelle nostre attività utili a soddisfare le esigenze dei clienti”.