TimGate
header.weather.state

Oggi 12 agosto 2022 - Aggiornato alle 09:15

 /    /    /  Amazon: utili record (6,33 miliardi) nel terzo trimestre del 2020
Amazon: utili record (6,33 miliardi) nel terzo trimestre del 2020

Il CEO di Amazon Jeff Bezos- Credit: Lev Radin / IPA / Fotogramma

E-COMMERCE30 ottobre 2020

Amazon: utili record (6,33 miliardi) nel terzo trimestre del 2020

di Federico Bandirali

Triplicato rispetto al 2019 con ricavi per 96,2 miliardi. E il Natale potrebbe portare risultati "eclatanti"

Che gli “affari” di Amazon stessero andando particolarmente bene principalmente anche per via della pandemia non era certo un mistero, con la società di Jeff Bezos letteralmente “volata” nel listino di Wall Street. Tuttavia, il rapporto sugli utili pubblicato dal colosso dell’e-commerce è quasi sbalorditivo: anche senza Prime Day, che si è tenuto il 13 e il 14 ottobre, Amazon ha registrato nuovi record nel terzo trimestre del 2020, con un utile netto salito a 6,33 miliardi di dollari rispetto ai 2,13 dello medesimo trimestre nel 2019.

 

- LEGGI ANCHE - Jeff Bezos (Amazon) sempre più ricco: ora vale oltre 200 miliardi

- E ANCHE - Amazon Prime Day 2020: vendite record per le PMI

 

Amazon e i icavi del terzo trimestre 2020: +37% (96,2 miliardi di dollari)

Il tutto a fronte di ricavi pari a 96,2 miliardi di dollari, superiori ai 92,8 stimati da tutti gli analisti, (che attestavano l'utile netto a 3,8 miliardi), con un incremento del 37% rispetto al 2019 e un "guadagno" per azione di 12,7 dollari.

 

Come detto, il Prime Day - che in passato si teneva a luglio - è stato posticipato e non ha contribuito ai risultati record in questione. E, pur senza una fonte di ricavi non indifferenti, la società di Seattlem come detto, ha registrato vendite sulla piattaforma pari a 96,2 miliardi di dollari nei tre mesi in questione, a fronte dei 70 nello stesso arco di tempo l’anno precedente.

 

Consuntivo positivo nonostante le spese per l'emergenza Covid

La pandemia, inoltre, sembra già proiettare Amazon verso nuovi record nell’ultimo trimestre del 2020. Colpisce, ad ogni modo, che tra aprile e giugno gli utili siano raddoppiati arrivando a 5,2 miliardi, nonostante la società abbia speso oltre 4 miliardi per adeguarsi alle misure di prevenzione dei contagi nel periodo in questione.

 

Amazon crescerà anche nel quarto trimestre: trainante il Natale (e il Prime Day)

Come se non bastasse, in vista delle festività natalizie il colosso dell’e-commerce si aspetta un’ulteriore incremento delle vendite, e per questo prevede di assumere 100.000 dipendenti a tempo determinato in modo da far fronte all’incremento degli ordini.

 

Per il quarto trimestre infatti, si prospttano ricavi compresi tra 112 e 121 miliardi di dollari - con Wall Street ad apettarsi un massimo di 112,7 -,e l'utile netto operativo è stimato tra il milardo tondo e i quattro e mezzo. Visti i precedenti e un contesto mutevole per via dell'emergenza sanitaria, anche in questo caso le stime paiono al ribasso. Anche considerando il successo del Prime Day.

 

“Stiamo vedendo più clienti che mai fare acquisti in anticipo per i loro regali di Natale, ed è solo uno dei segnali rispetto al fatto che questa sarà un’annata di vacanze natalizie senza precedenti (per la società, ndr)”, ha sostanzialmente confermato il CEO di Amazon Jeff Bezos in un comunicato stampa ripreso dalla Reuters.

 

Ovviamente, l’incremento delle vendite comporterà alcuni costi aggiuntivi in ragione della pandemia, con la società che ha già messo in preventivo di spendere altri 4 miliardi per le implicazioni che genererà. Ma, visto il risultato del trimestre giugno-settembre e il "ritorno" dei lockdown in Europa, l'utile netto potrebbe e dovrebbe essere superiore alle attese.