TimGate
header.weather.state

Oggi 06 ottobre 2022 - Aggiornato alle 05:00

 /    /    /  Amazon ha convertito un hub per aiutare i rifugiati ucraini
Amazon ha convertito un hub per aiutare i rifugiati ucraini

- Credit: Amazon

RUSSIA-UCRAINA23 marzo 2022

Amazon ha convertito un hub per aiutare i rifugiati ucraini

di Samuele Ghidini

Un polo logistico da 5.000 metri quadri situati in Slovacchia, dove stipare e poi distribuire beni di prima necessità

Amazon ha annunciato e lanciato un’iniziativa volta ad inviare aiuti umanitari al popolo ucraino, stante l’invasione militare della Russia nel Paese. La società di Seattle, in questo senso, ha reso infatti disponibili le proprie competenze – non indifferenti – rispetto alla logistica, con un hub di 5.000 metri quadri situato in Slovacchia convertito da normale centro di distribuzione dei pacchi a luogo in cui stoccare generi di prima necessità per i rifugiati ucraini.

 

In dieci giorni di lavoro non stop, il colosso dell’e-commerce ha realizzato “il  più grande hub di questo tipo mai costruito”, che grazie alle sinergie con le altre infrastrutture logistiche e mediante l’utilizzo delle tecnologie già usate da Amazon, in modo da far arrivare nel più breve tempo possibile gli aiuti in questione.

 

“Insieme a questo nuovo hub, una rete di centri di distribuzione Amazon in tutta Europa sta ora predisponendo e consegnando oltre 4 milioni di beni essenziali donati sia da Amazon che dai nostri clienti, tra cui articoli per la cura della persona, coperte, abbigliamento e altri prodotti di prima necessità – ha spiegato la società -. Partendo dai bisogni dei rifugiati, i nostri team valutano quali prodotti sono già disponibili per essere donati, reperiscono quelli mancanti e poi raggruppano, imballano e spediscono il tutto alle organizzazioni benefiche. I clienti in Europa possono sostenere questi sforzi donando attraverso le Liste dei Desideri dedicate nei nostri store europei”.

 

“Man mano che questi prodotti arrivano alla nostra rete europea - ha aggiunto Amazon - il nostro team di Transportation Services li spedisce al nuovo hub in Slovacchia, dove è stato allestito lo spazio di raccolta dedicato alla gestione delle attività di soccorso. Quindi, i beni donati vengono distribuiti ai rifugiati sfollati in collaborazione con diverse organizzazioni non profit. La posizione strategica dell’hub per gli aiuti umanitari in Slovacchia accelera significativamente il trasporto dei beni di prima necessità in Polonia, Ungheria, Slovacchia, Romania, Moldavia e Repubblica Ceca, per aiutare rapidamente i bambini ucraini e le famiglie in difficoltà”.

 

- LEGGI ANCHE - Tutte le ultime notizie sulla guerra in Ucraina

- E ANCHE - PayPal ora permette di inviare denaro in Ucraina

 

Amazon ha quindi sottolineato come sia disponibile anche una “Lista dei desideri” redatta e gestita da Save the Children Italia, che permette agli utenti di scegliere i prodotti tra quelli presenti nella lista, inserirli nel proprio carrello e poi acquistarli per donarli alla ong. Beni che dopo essere passati dal nuovo hub in Slovacchia, saranno consegnati alla popolazione nei centri di accoglienza per rifugiati.