TimGate
header.weather.state

Oggi 22 maggio 2022 - Aggiornato alle 21:00

 /    /    /  Amazon aprirà il primo negozio fisico di abbigliamento “Style” nel 2022
Amazon aprirà il primo store fisico di abbigliamento “Style” nel 2022

Il rendering dei nuovi negozi Amazon Style- Credit: Amazon

E-COMMERCE20 gennaio 2022

Amazon aprirà il primo store fisico di abbigliamento “Style” nel 2022

di Federico Bandirali

A Los Angeles, offrendo soluzioni d’acquisto innovative. Ecco come funzioneranno i negozi del colosso dell’e-commerce

Amazon, che negli anni si è affermata come portale di e-commerce per eccellenza allargando successivamente il proprio raggio di azione in altri ambiti, offerta di servizi in cloud in primis con AWS, rispetto ai negozi fisici evidentemente ha deciso di fare una sorta di retromarcia. Da quando è entrata nel mercato, la società fondata da Jeff Bezos ha cambiato i modelli di business di diverse aziende, favorendone direttamente o indirettamente il percorso di digitalizzazione.

 

Al contempo, però, la società di Seattle ha avviato una sorta di processo inverso, che nelle intenzioni porterà Amazon ad entrare nel mondo reale oltre, ovviamente, continuare ad operare online.

 

Dal 2016 in poi, con Amazon Go (supermercato senza code né casse), il colosso dell’e-commerce si è mosso in questa direzione, fino al febbraio 2020 quando, prima che la Covid-19 scatenasse la prima pandemia dopo decine di anni, ha aperto un supermercato a Seattle.

 

Ora, la società guidata da Andy Jassy, ha comunicato ufficialmente le proprie intenzioni, annunciando l’apertura della catena di negozi d’abbigliamento a marchio Amazon “Style”, con il primo store che, stando al cronoprogramma ufficiale, dovrebbe sollevare le vetrine all’interno del centro commerciale “The Americana at Brand” situato a Los Angeles entro la fine del 2022.

 

L’idea, più che avere un mero sbocco reale con una catena di negozi al dettaglio, è trasformare l’esperienza d’acquisto utilizzando diverse soluzioni tecnologiche. Ad esempio, i potenziali futuri clienti che vorranno conoscere disponibilità di taglie e colori relativi a un determinato capo di abbigliamento, potranno ricevere le informazioni (recensioni incluse) in questione scansionando un codice QR senza rivolgersi ai dipendenti dei negozi.

 

- LEGGI ANCHE: Come funziona Amazon One, sistema di pagamento con il palmo della mano

- E ANCHE - Amazon: i pagamenti contactless con "One" disponibili in più negozi

 

Inoltre, utilizzando lo smartphone, sarà possibile inserire più prodotti in un carrello “virtuale”, con gli stessi che saranno disponibili in poco tempo nei camerini qualora si desideri provarli, o direttamente alle casse per finalizzare gli acquisti. La catena Amazon Style, poi, poggerà su algoritmi di intelligenza artificiale e machine learning, che nei fatti saranno personal shopper per i clienti suggerendo loro altri possibili capi da acquistare per completare al meglio l’acquisto e fare in modo che il guardaroba sia “in tono”.

 

E, ultimo ma non meno importante, gli store fisici serviranno anche per ritirare prodotti ordinati online, provandoli negli innovativi camerini (dotati di display touch per farsi portare altri capi in catalogo dai commessi), per poi decidere se concludere l’acquisto o rendere istantaneo il reso.