Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 31 luglio 2021 - Aggiornato alle 23:00
Live
  • 18:10 | L’Italvolley femminile cede alla Cina
  • 18:05 | Hamilton torna in pole position in Ungheria
  • 18:00 | Covid, i dati del 31 luglio: il tasso di positività è al 2,5%
  • 17:40 | G20 della Cultura al Colosseo, che cos'è la "Dichiarazione di Roma"
  • 15:30 | L'Italia è in fiamme da nord a Sud, roghi in tutto il Paese
  • 15:26 | Vaccino, la terza dose "a 12 mesi dalla seconda"
  • 15:13 | I possibili tamponi a prezzo calmierato
  • 13:08 | Basket, Olimpiadi: l’Italia piega la Nigeria 80-71 e centra i quarti
  • 10:09 | L’argento di Mauro Nespoli nel tiro con l’arco
  • 10:00 | Economia, così cresce la fiducia del paese
  • 09:29 | Ufficiale Matteo Lovato all’Atalanta
  • 09:15 | Covid, Brusaferro: ecco perché dobbiamo muoverci ancora con prudenza
  • 09:03 | I bronzi di Simona Quadarella e Irma Testa
  • 00:15 | Basket, NBA draft: la prima scelta assoluta è Cunningham (Detroit)
  • 20:26 | Per Rea il futuro è in SBK, ma “mai dire mai alla MotoGP”
  • 19:00 | Covid, monitoraggio Iss: l'Rt è salito a 1,57
  • 18:03 | L’Italvolley maschile vola ai quarti del torneo olimpico
  • 16:39 | La variante Delta si diffonde come la varicella
  • 16:09 | Covid, perché la Cina ha accusato gli Usa di terrorismo
  • 16:08 | L'aumento dei contagi a Tokyo: stato d'emergenza fino al 31 agosto
Dal 2022 su Android arriva il sistema “allerta terremoti” - Credit: Pixabay
tecnologia 17 giugno 2021

Dal 2022 su Android arriva il sistema “allerta terremoti”

di Federico Bandirali

In Italia può segnare una svolta nella previsione delle scosse

Google da qualche mese ha introdotto, per dispositivi Android, un sistema di allerta per i terremoti integrato direttamente nel sistema operativo mobile, che nel 2022 sarà lanciato su scala globale come comunicato da Big-G.

Sul finire dello scorso aprile, il servizio è diventato fruibile in due Paesi (Grecia e Nuova Zelanda) ma, contestualmente all’annuncio inerente il lancio globale del 15 giugno 2021, è stato esteso anche alle Filippine e ad alcuni Paesi asiatici (Turchia, Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan, Turkmenistan e Uzbekistan).

 

- LEGGI ANCHE: Cos’è scientificamente un terremoto e perché avviene

- E ANCHE: Terremoto: cause, scala e zone sismiche

 

Evidente come le nazioni selezionate da Google per introdurre in una prima fase l’allerta terremoti riguardi Paesi che, per conformazione delle zolle tettoniche e del sottosuolo, sono soggetti più spesso a scosse telluriche.

 

Molto banalmente, Big-G ha opportunamente deciso di dare priorità a queste nazioni, senza guardare troppo alla base utenti o ad altri interessi che non riguardino il bene comune. La funzionalità è integrata nei Google Play Service, e sfrutta i sensori già presenti negli smartphone (accelerometri, barometri, giroscopi e via dicendo).

 

Il colosso di Mountain View, infatti, ha messo a punto un algoritmo che, con precisione quasi perfetta, consente di rilevare usando appunto i sensori le scosse “di avvertimento” – note come onde P – che precedono i terremoti, elaborando i dati ricevuti in forma anonima da una specifica area geografica di più device.

 

Qualora il sistema ritenga vi sia un rischio di terremoto imminente, in automatico inoltra a tutti i dispositivi Android presenti nell’area in questione una notifica apposita con tanto di volume quasi stereofonico, nella quale sono incluse informazioni come il potenziale epicentro e la scala stimata delle scosse sismiche.

 

Google, prima di procedere con la novità, ha rilevato come abitualmente prima delle onde S – quelle che provocano i terremoti ma sono rilevabili tempo - si registino le "scosse di avvertimento" (onde P).

 

L’avviso offre anche consigli rispetto a quale sia il modo migliore per proteggere la propria persona in casi di terremoti: gettarsi per terra, mettersi sotto ad un tavolo o aggrapparsi a qualcosa.

 

I test, manco a dirlo, sono iniziati in California nell’estate 2020, zona dove la famigerata faglia di Sant’Andrea – che si estende per 1.200 chilometri tra placca nordamericana e pacifica – ha causato terremoti devastanti e, ma ormai le previsioni non hanno più senso, avrebbe dovuto radere al suolo o quasi la baia di San Francisco e Los Angeles.

 

Google, andando oltre al territorio dove ha la sua sede centrale, intende creare la rete più imponente al mondo per rilevare i terremoti. Tuttavia, perché ciò possa accadere, è innanzitutto necessaria la collaborazione consapevole degli utenti Android, per ora.

 

Difatti, benché integrata nel sistema operativo, l’adesione al progetto resta discrezionale per ovvi motivi di privacy e geolocalizzazione, con la possibilità di revocarla benché preimpostata entrando nel menù “impostazioni” e selezionando poi, nell’ordine, “posizione”, “avanzate” e “Allerta Terremoti”.

I più visti

Leggi tutto su News