TimGate
header.weather.state

Oggi 03 ottobre 2022 - Aggiornato alle 09:37

 /    /    /  Apple, nuove regole sulle vaccinazioni dei dipendenti negli Usa
Apple, nuove regole sulle vaccinazioni dei dipendenti negli Usa

- Credit: Sipa Asia / IPA / Fotogramma

TECNOLOGIA23 settembre 2021

Apple, nuove regole sulle vaccinazioni dei dipendenti negli Usa

di Federico Bandirali

Vantaggi per gli immunizzati contro Covid, ma per ora Cupertino non imporrà l’obbligo vaccinale

A partire dall’inizio di ottobre, Apple testerà “raramente” per la Covid-19 i dipendenti che entrano nei suoi uffici e negozi se sono vaccinati. I dipendenti non vaccinati, al contrario, dovranno sottoporsi a tampone molto frequentemente. Il CEO di Cupertino, Tim Cook, e il vicepresidente senior della vendita al dettaglio, Deirdre O'Brien hanno annunciato la nuova politica durante un incontro a interno poi ripreso stante l’esistenza di una registrazione audio dai media statunitensi.

 

Le linee guida aggiornate dell’azienda fondata da Steve Jobs, invero, si allineano alle iniziative dell’amministrazione Biden per aumentare i tassi di vaccinazione negli Usa con meno del 55% della popolazione immunizzata e ormai oltre duemila decessi giornalieri come non accadeva dallo scorso marzo.

La spinta presidenziale si concretizza richiedendo che le aziende con cento o più dipendenti debbano imporre agli stessi o la vaccinazione, o più test settimanali.

 

- LEGGI ANCHE - L'andamento della pandemia negli Stati Uniti

- E ANCHE - Gli Stati Uniti aprono i confini ai viaggiatori stranieri vaccinati

 

Apple ha recentemente posticipato la data in cui si aspetta che i dipendenti tornino nel suo ufficio in risposta a un'ondata di casi e alla variante Delta. Una e-mail interna nel mese di agosto ha precisato che il rientro obbligatorio è posticipato almeno fino al gennaio 2022, e dipendenti riceveranno un preavviso di un mese prima del tempo prima che entri in vigore.

 

Durante l'incontro, Cook ha detto ai dipendenti che “dobbiamo imparare” sul lavoro “ibrido” dopo anni trascorsi interamente in ufficio, e negli ultimi 18 mesi circa invece a casa.

Per ora, Cupertino concederà a tutti i lavoratori tre giorni di ferie extra nel prossimo trimestre. Per quelli negli Stati Uniti, quei giorni cadranno nella settimana del Ringraziamento, mentre i team di altri Paesi fisseranno le loro date in modo indipendente.