TimGate
header.weather.state

Oggi 07 ottobre 2022 - Aggiornato alle 17:13

 /    /    /  Usa, negli Apple Store la mascherina non sarà più obbligatoria
Usa, negli Apple Store la mascherina non sarà più obbligatoria

- Credit: Sipa Asia / IPA / Fotogramma

tecnologia15 giugno 2021

Usa, negli Apple Store la mascherina non sarà più obbligatoria

di Federico Bandirali

A partire dal 15 giugno, e solo per i clienti che hanno completato la vaccinazione anti-Covid

Cupertino ha deciso che, a partire da martedì 15 giugno 2021, nella stragrande maggioranza degli Apple Store negli Usa si potrà nuovamente fare a meno della mascherina come riportato da Bloomberg. Condizione necessaria? Essere già vaccinati contro la Covid-19, anche se non è previsto alcun controllo nel merito, lasciando tutto nelle mani della trasparenza dei clienti.

 

Ad onor del vero, la Mela morsicata non ha fornito conferme ufficiali, ma il dado sembra comunque tratto viste l’affidabilità delle fonti citate dal sito statunitense. La regola, non varrà ancora per i dipendenti dei negozi statunitensi, che dovranno continuare ad usare il DPI per antonomasia di questa maledetta pandemia, e per ovvi motivi di privacy non potranno nemmeno chiedere prova dell’effettivo completamento della vaccinazione.

 

Circostanza che, evidentemente, permetterà a chiunque di entrare negli Apple Store senza maschera al volto, a cui si aggiungerà un ammorbidimento delle regole relative al distanziamento fisico, ancora richiesto ma con meno vincoli rispetto a tutto il tempo trascorso da inizio pandemia.

 

- LEGGI ANCHE: Apple verso il ritorno dei dipendenti in ufficio dal settembre 2021

- E ANCHE: Amazon: ecco come avverà il ritorno in ufficio dei dipendenti

 

La mossa di Apple sorprende fino a un certo punto, dato che la campagna vaccinale negli Stati Uniti prima di rallentare ha avuto successo e dimostrato l’efficacia dei vaccini autorizzati dalla FDA. Tanto che l’amministratore delegato di Cupertino, Tim Cook, a inzio giugno ha chiesto ai dipendenti di pianificare il ritorno in ufficio, che avverrà a settembre con formula ibrida: 3 giorni su cinque nelle sedi della società, e gli altri due in smart working per chi lo vorrà.