Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
    • Ricette
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 17 giugno 2021 - Aggiornato alle 19:20
Live
  • 14:06 | Defibrillatore cardiaco per Eriksen: ritorno in campo lontano
  • 21:35 | È partita la sperimentazione del nuovo servizio satellitare di TIM
  • 18:50 | "La mia felicità" è il nuovo singolo di Fabio Rovazzi ed Eros Ramazzotti
  • 18:09 | Frasi stato Whatsapp: idee per frasi belle da mettere
  • 17:30 | Draghi ha firmato il decreto sul Green Pass
  • 16:41 | Cosa prevede il Decreto Legge Riaperture
  • 15:28 | Hamilton analizza i problemi della Mercedes
  • 15:16 | La politica internazionale dopo l'incontro tra Biden e Putin
  • 15:10 | Francia, mascherine non più obbligatorie quando si sta all’aperto
  • 14:47 | Rafa Nadal non giocherà né Wimbledon né le Olimpiadi
  • 14:47 | Lisa Kudrow oggi, che fine ha fatto la protagonista di Friends
  • 14:42 | Chi è Ryan Prevedel, una delle star di Tik Tok
  • 14:34 | Podcast e green: 5 podcast italiani che parlano di sostenibilità
  • 14:31 | Russia, Navalny è tornato alla colonia penale di Pokrov
  • 14:23 | Quali sono le città italiane in cui si respira meglio?
  • 14:17 | Il principe Harry è un padre perfetto
  • 14:15 | Età gatti: come calcolarla e come calcolarla in anni umani
  • 14:10 | Musica matrimonio: i generi più amati
  • 14:04 | Registe donne più famose al mondo
  • 13:03 | “Dune” in anteprima mondiale alla Mostra di Venezia
AstraZeneca: il vaccino anti Covid nel mirino degli hacker - Credit: Kevin Ku / Unsplash
CORONAVIRUS 29 novembre 2020

AstraZeneca: il vaccino anti Covid nel mirino degli hacker

di Federico Bandirali

Dati e informazioni “attaccati” dalla Corea del Nord, ma senza successo

Che i progetti delle aziende e delle persone impegnate nello sviluppo dei vaccini per la Covid-19 siano nel mirino di collettivi hacker russi e nordcoreani, legati ai rispettivi governi, era cosa nota da tempo e rilevata, tra le altre, da Microsoft.

 


- LEGGI ANCHE - Microsoft: rilevati attacchi hacker per “rubare” i vaccini anti Covid

- E ANCHE - Le ultime news sul coronavirus, in Italia e nel mondo


 

Ma che uno specifico vaccino in fase 3 - quello “di Oxford”, prodotto da AstraZeneca (al centro di una revisione per le disomogeneità sull’efficacia recentemente emersa e collegata al “dosaggio”) - abbia avuto  comporvati problemi con un gruppo identificato a livello informatico è una novità assoluta.

Secondo fonti interne all’azienda, nel corso delle fasi di sperimentazione si sono verificati diversi tentativi di accedere ai dati raccolti dai ricercatori da parte di hacker nordcoreani collegati direttamente a Pyongyang con tanto di evidenze incontrovertibili.

 

Come detto, sin dall’inizio dello sviluppo dei vari vaccini anti-Covid hacker e cracker dei Paesi orientali hanno cercato di impossessarsi di informazioni preziose, con Donald Trump a lanciare le prime accuse (per poi “virare” sulla campagna elettorale, non esattamente vincente) e l’Ue in allerta, ancor di più dopo la notizia sul siero di AstraZeneca.

 

È indubbio, infatti, che l’obiettivo – fallito – fosse entrare in possesso delle informazioni tecniche e dei dati sull’antidoto sviluppato - come dichiarato pubblicamente sin da marzo - dalla prestigiosa università britannica e dalla multinazionale farmaceutica anglo-svedese con la partecipazione dell’italiana IRBM di Pomezia.

 

Questo tipo di dati e informazioni in questo momento storico, con la pandemia che non accenna a fermarsi, avrebbe un valore inestimabile sotto due aspetti: da un lato quello prettamente economico (comunque non così rilevante per i colossi farmaceutici); dall’altro a livello politico e “geopolitico” nella corsa alla soluzione definitiva per la Covid.

 


- LEGGI ANCHE - Gb, Usa e Canada accusano la Russia di rubare ricerche sul vaccino

- E ANCHE - Covid, AstraZeneca: "Il vaccino sarà distribuito a marzo 2021"


In questo senso, il coinvolgimento diretto della Corea del Nord non sorprende, e il fatto che i diversi tentativi siano andati a vuoto fa parte della logica delle cose. Tecnicamente, ad ogni modo, gli escamotage per perpetrare gli attacchi sono tanto banali quanto comuni, anche per i privati cittadini.

 

I collettivi nordcoreani, nonostante le smentite di rito arrivate da Pyongyang, avrebbero infatti tentato di mettersi in contatto con i ricercatori e i dirigenti di AstraZeneca via WhatsApp e LinkedIn, utilizzando file che a prima vista contenevano semplici cv con l’aggiunta, però, di malware e trojan in modo da “impossessarsi” dei loro PC.

 

Non è un caso, però, che la società e tutto il team coinvolto nello sviluppo del vaccino avessero da tempo adottato misure di sicurezza informatica tali da sventare quasi sul nascere simili attacchi, rinforzando in modo "importante" la protezione di informazioni e dati nel merito.

 

Esattamente come non sarebbe per nulla strano se altre aziende occidentali, impegnate nella ricerca del vaccino per la Covid-19, denunceranno di aver “respinto” hacker provenienti da altri Paesi in futuro.

I più visti

Leggi tutto su News