• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 28 gennaio 2022 - Aggiornato alle 10:00
News
  • 08:45 | Argentina e Uruguay vincono nelle qualificazioni mondiali
  • 07:30 | La Fiorentina ha chiuso per Arthur Cabral
  • 07:11 | Per Vlahovic alla Juve manca solo la firma
  • 07:00 | Lo stallo nelle trattative per il Quirinale e le altre notizie in prima pagina
  • 07:00 | Il test di un vaccino a mRna contro l’Hiv
  • 06:37 | La prima donna presidente dell’Honduras
  • 05:51 | Kulusevski proposto al Milan
  • 21:05 | Ufficiale, Gosens all'Inter, prestito con obbligo di riscatto
  • 21:01 | Iran ai Mondiali, quattordicesima squadra per Qatar 2022
  • 20:45 | Cabral a Firenze, è cominciata l'era post Vlahovic
  • 20:38 | Vlahovic alla Juve è fatta, manca solo l'annuncio
  • 19:17 | SBK 2022, Rea e Lowes davanti a tutti nei test di Jerez
  • 18:55 | Shoah, la sopravvissuta Auerbacher commuove il Parlamento tedesco
  • 18:30 | Il Louvre e Sotheby’s indagano insieme la provenienza di alcune opere
  • 17:45 | Covid, i dati del 27 gennaio: tasso di positività al 15%
  • 17:43 | De Laurentiis: 'Il governo capisca che i tifosi sono elettori'
  • 17:42 | De Siervo: 'Riapertura stadi? Dipende dalle condizioni generali'
  • 17:37 | La Nato, la Russia e il rischio di una nuova guerra in Europa
  • 16:35 | Cosa sappiamo sulla pillola anti-Covid di Pfizer autorizzata dall'Ema
  • 15:54 | La crisi della depressione fra gli adolescenti
In corso un vasto attacco hacker globale “su commissione” - Credit: iStock
CYBERCRIMINE 10 giugno 2020

In corso un vasto attacco hacker globale “su commissione”

di Federico Bandirali

Citizen Lab ha “scovato” 28mila pagine create per rubare password a istituzioni, ong e professionisti

Gli hacker non si sono certo fermati con la pandemia da coronavirus e i conseguenti lockdown, anzi: come riferisce il Financial Times riprendendo una sorta di denuncia del “laboratorio” canadese Citizen Lab (creato dalla Munk School dell’Università di Toronto) un gruppo hacker denominato “Dark Basin” (traducibile in bacino oscuro) ha intensificato le proprie attività.

Peculiarità del collettivo è lo sferrare attacchi “su commissione”, e come si evince dalla ricerca ha messo nel mirino migliaia di persone e istituzioni sparse per il globo, tra cui giornalisti, amministratori pubblici, legali, società e fondi.

;

Stando al rapporto in questione, le vittime predilette dai Dark Basin sono persone ed enti che, in qualche modo, si occupano di problemi ambientali e surriscaldamento globale, tra cui il Rockefeller Family Fund, il Climate Investigations Centre, la Conservation Law Foundation e Greenpeace.

;

Peculiare anche il “modus operandi” del collettivo in questione, con oltre 28mila siti e pagine Internet creati dagli hacker per perpetrare attacchi “su misura” in modalità “spear phishing”, ovvero con lo scopo di trarre in inganno le vittime e impossessarsi delle loro password.

;

Citizen Lab, oltre a pubblicare il rapporto in questione, lo ha condiviso con il Dipartimento di Giustizia (DOJ) statunitense, poiché come rilevato dal principale autore della ricerca, John Scott-Railton, questi hacker “sfacciati e con la presunzione di essere intoccabili” hanno preso sempre più di mira settori dove politica e business si “incontrano”.

;

Un pericolo, ovviamente, per tutti i processi democratici, e soprattutto un problema perché gli “attacchi su commissione”, quindi pagati, tendenzialmente hanno scopi diversi da quelli di collettivi come Anonymous, mossi da intenzioni diverse e con fini diversi. Dark Basin, invece, si presenta come un’associazione di mercenari del cybercrimine con tutti gli annessi pericoli del caso, oltre alla spregiudicatezza evidenziata anche nel rapporto di Citizen Lab.

I più visti

Leggi tutto su News