TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 00:06

 /    /    /  Come funziona Amazon One, sistema di pagamento con il palmo della mano
Come funziona Amazon One, sistema di pagamento con il palmo della mano

Il "lettore" delle mani "One"- Credit: Blog ufficiale Amazon

TECNOLOGIA02 ottobre 2020

Come funziona Amazon One, sistema di pagamento con il palmo della mano

di Federico Bandirali

Un apposito lettore scansionerà le mani dei clienti. Sarà il futuro dei pagamenti contactless?

Lanciati i negozi “fisici” senza le casse nella catena Go, Amazon come da programmi ha presentato ufficialmente un’altra novità attesa da tempo, ovvero una soluzione tecnologica pensata per le attività commerciali “reali”. Si tratta di Amazon One, novità che permette di pagare facendosi, molto semplicemente, scansionare il palmo della mano.

 

La dinamica del nuovo sistema biometrico è abbastanza semplice. Il “lettore” delle mani ha le sembianze di un tonello della metropolitana, con la differenza che al posto di una tessera magnetica bisognerà sfiorarlo con il palmo della mano sia all’entrata che all’uscita dal negozio. Con questi due semplici passaggi, non saranno necessari ulteriori azioni per autorizzare il pagamento della spesa.

 

Ovviamente, però, prima di accedere al servizio i clienti e gli utenti devono necessariamente associare un metodo di pagamento alla propria “impronta delle mani”, sul quale verranno poi addebitati i costi degli acquisti fatti.

 

Amazon One è già stato lanciato in due dei tanti punti vendita della catena Go a Seattle (sede della società di Jeff Bezos) e Washington, ma l’intenzione del colosso dell’e-commerce è rendere la soluzione disponibile anche in altri negozi e, su licenza, proporre il sistema anche a venditori terzi.

 

I dati degli utenti, ad ogni modo, verranno conservati da Amazon nel suo servizio cloud – la base del nuovo metodo di pagamento – che conserverà le informazioni strettamente necessarie sui clienti senza però tener traccia di quanto comprato e delle disponibilità economiche delle persone che utilizzeranno il servizio. Una sorta di garanzia rispetto alla possibilità, non certo remota, che il cliente diventi bersaglio di campagne di marketing create ad hoc e, come spesso accade, irritanti.

 

Per pagare con il palmo della mano, inoltre, non ci sarà bisogno di creare un account Amazon, con il colosso dell’e-commerce che ha messo le mani avanti precisando che le informazioni acquisite non verranno poi riutilizzate per finalità diverse (principalmente profilazione per le pubblicità).

 

La novità della società di Seattle si inserisce in un contesto dove non mancano le soluzioni di pagamento “contactless”, e rappresenta un nuovo settore di conquista per il colosso dell’e-commerce, da tempo attivo per diversificare il più possibile il modello di business che arrcchito a dismisura Jeff Bezos.

 

- LEGGI ANCHE - Jeff Bezos (Amazon) sempre più ricco: ora vale oltre 200 miliardi