Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie Clicca Qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

menu
Oggi 06 aprile 2020 - Aggiornato alle 10:31
Coronavirus: arriva la webapp per evitare le code ai supermercati - Credit: Gianni Schicchi / Fotogramma
TECNOLOGIA E COVID-19 26 marzo 2020

Coronavirus: arriva la webapp per evitare le code ai supermercati

di Redazione

Lanciato a Milano, filaindiana.it stima le attese per fare la spesa grazie al contributo degli utenti

La pandemia da coronavirus e le conseguenti restrizioni, da qualche settimana, hanno letteralmente messo in coda migliaia di italiani davanti agli ingressi dei supermercati, ovviamente ad almeno un metro di distanza l’uno dall’altro, in attesa di poter entrare e fare la spesa visti gli accessi limitati.

 

code che, dall’inizio dell’emergenza, sono spesso lunghe e interminabili, con attese superiori in taluni casi alle due ore.

Un aiuto per chi si reca a fare la spesa arriva dalla tecnologia con Filaindiana.it, webapp che permette di monitorare in tempo reale la durata delle code prima di recarsi al supermercato, come spiegato dall’ideatore Fulvio Bambusi:

“Noi ci rivolgiamo a tutti coloro che devono andare a fare la spesa, perché una scelta informata e organizzata di dove e quando andare a fare la spesa può fare la differenza tra il creare o non creare un nuovo focolaio di contagio.

Filaindiana.it è una piattaforma che nasce dalla collaborazione di cinque giovani ingegneri designer del Politecnico di Milano. È una infrastruttura per raccogliere le informazioni date dai cittadini che si trovano in coda ai supermercati, queste informazioni vengono poi raccolte e aggregate per formare una mappa aggiornata in tempo reale sulla quantità di fila nei supermercati nei paraggi”.

 

 

Lanciato a inizio marzo, l’incremento giornaliero nelle visite e nei contributi degli utenti (che rende le stime sempre più attendibili”, il sito ha “sfondato” la soglia dei 500.000 utenti unici nell’arco di due giorni. E, pensando che il servizio per ora copre solo l’area di Milano, non è certo un numero banale, pronto a crescere con l’imminente lancio dell’app interesserà anche altre zone del Paese.

 

- LEGGI ANCHE - Gli ultimi aggiornamenti sul coronavirus

 

“In questo momento il servizio copre solo Milano – ha chiarito Bambusi - che è stato il laboratorio per validare la tecnologia e la partecipazione dei cittadini, ma contiamo di espanderci entro la prossima settimana in tutta Italia e poi anche all’estero, da dove abbiamo ricevuto molte richieste per una versione internazionale dell’applicazione".

 

Fondamentale è la collaborazione degli utenti che costituiscono la community su cui si basa questo progetto, visto che i dati rilevati arrivano dalle segnalazioni dei cittadini, che sul sito possono comunicare da quanto tempo sono in coda, quante persone hanno davanti a sé e quanto tempo pensano di impiegare per completare gli acquisti.

Una soluzione semplice per limitare il pericolo di contagio derivato dalle lunghe code, prima di entrare pian piano nel supermercato come da regolamentazione vigente. Che, per funzionare davvero, necessita però del contributo di tutti. Al pari delle misure per contenere e superare la pandemia.

Leggi tutto su News