Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 05 dicembre 2020 - Aggiornato alle 12:27
Live
  • 14:45 | Addio al penultimo cane della regina Elisabetta
  • 12:13 | La neve e il maltempo in Italia
  • 12:00 | Kendall Jenner ha salvato la vita alla sorella
  • 11:25 | La Russia ha iniziato a somministrare il suo vaccino
  • 11:00 | Focaccia al farro con olive e rosmarino
  • 10:59 | L’Inter contro il Bologna per avvicinarsi alla vetta
  • 09:10 | Le 8 regioni che cambiano colore dal 6 dicembre
  • 06:00 | I titoli dei giornali di sabato 5 dicembre
  • 23:59 | Marc Marquez operato per la terza volta, 2021 a rischio
  • 21:04 | Prandelli, tre test negativi, può tornare ad allenare
  • 20:35 | Australian Open, nuovo inizio fissato per l’8 febbraio
  • 19:56 | Leclerc scommette su Russel in Bahrein
  • 19:27 | Biden e "i primi 100 giorni di mandato con la mascherina"
  • 18:48 | “Penguin Bloom”, l’atteso nuovo film targato Netflix
  • 18:30 | La regina Elisabetta e i furti dell’assistente
  • 18:15 | Sale e streaming: la nuova strategia della Warner Bros
  • 18:10 | Mariah Carey "salva" il Natale e canta "Oh Santa!" con Ariana Grande
  • 18:05 | Milan, tegola Kjaer: lesione al muscolo retto femorale
  • 18:03 | Giampaolo: 'Nel derby serve cuore e organizzazione'
  • 17:36 | I sacerdoti di Napoli: no allo stadio dedicato a Maradona
Coronavirus: Bill Gates pagherà il vaccino di Oxford “se funziona” - Credit: Jonathan Brady / IPA / Fotogramma
RICERCA SCIENTIFICA E COVID-19 26 aprile 2020

Coronavirus: Bill Gates pagherà il vaccino di Oxford “se funziona”

di Federico Bandirali

Il cofondatore di Microsoft contribuirà a "diffondere massicciamente (e gratis) un bene comune”

Bill Gates, cofondatore di Microsoft (recentemente abbandonata in toto per dedicarsi sola alla filantropia) e secondo uomo più ricco al mondo, torna alla ribalta delle cronache.

Dopo esservi salito per un profetico “Ted Talk” del 2015 nel quale avvertiva che il vero pericolo per l’umanità non sarebbe stata una “terza guerra mondiale” bensì, appunto, una pandemia da virus, per poi finire nel mirino delle teorie cospirazioniste surreali quale creatore del coronavirus SARS-CoV-2 per non meglio precisati motivi assortiti, continua a far parlare di sé.

 

- LEGGI ANCHE - Gli ultimi aggiornamenti sul coronavirus

 

Questa volta, però, il miliardario statunitense che ha fatto assieme alla moglie Melania della filantropia il suo unico interesse dopo aver recentemente "abbandonato" quasi del tutto Microsoft, è salito alla ribalta delle cronache per un nobile motivo.

 

In un’intervista rilasciata al quotidiano londinese Times, infatti, Bill Gates si è detto pronto a farsi carico di tutti costi per la produzione e la diffusione di qualsiasi vaccino contro il Covid-19 verrà scoperto. Per poi annunciare di star già collaborando con diverse società farmaceutiche rispetto a quello attualmente in fase di test preliminari sugli esseri umani sviluppato dall’Università di Oxford in collaborazione con i ricercatori dell'istituto Advent-Irbm di Pomezia.

 

- LEGGI ANCHE - Oxford, iniziati i test sull'uomo di un vaccino per il coronavirus

 

Per Gates la sperimentazione del vaccino italo-britannico rappresenta “uno dei più rilevanti e promettenti sforzi attuali” per arrivare all’agognata meta, spiegando poi di aver appreso come il governo locale guidato da Boris Johnson, per ora, ha stanziato fondi sufficienti affinché i ricercatori possano procedere “con il vento in poppa e a vele spiegate”.

 

Così non fosse, attraverso la “Fondazione Bill e Melania Gates” - attiva da oltre 20 anni attiva nella filantropia e nella ricerca scientifica e biomedicale (fu creata nel 2000)  - interverrà direttamente con un contributo, ma la vera notizia è un’altra.

 

L’ex numero uno del colosso di Redmond, infatti, vedendo nel lavoro scientifico in corso nel prestigioso ateneo del Regno Unito evidenze “promettenti”, ha chiarito come qualora “i risultati degli anticorpi saranno quelli promessi, allora io e gli altri soggetti coinvolti nel progetto della Fondazione creeremo un consorizio affinché sia prodotto in grande quantità” per renderlo disponibile su scala globale il più presto possibile.

 

Aggiungendo come, ovviamente, l’ultima delle sue intenzioni sia lucrarci sopra o guadagnarci anche un solo centesimo, poiché se funzionasse il vaccino sarebbe a tutti gli effetti “un bene comune”.

 

La Fondazione, nel caso, finanzierà la costruzione di nuovi stabilimenti in cui produrre miliardi di dosi dei vaccini efficaci – quindi non solo quello di Oxford – per distribuirle nel mondo. L'obiettivo, ha chiarito Gates, è arrivare a produrne abbastanza per tutta la popolazione mondiale, rilevando come, “fortunatamente”, “non c’è nessuno tra quanti stanno lavorando ai vaccini che si attende di trarne un guadagno economico”.

 

Attraverso la Fondazione, Gates ha già messo a disposizione della popolazione di Seattle migliaia di tamponi gratuitamente per chi intendeva verificare se fosse stato contagiato dal coronavirus SARS-CoV-2. E, non pago, il filantropo miliardario si attende di raccogliere dal “Coronavirus Global Response Summit” – in programma a maggio online – oltre 6,5 miliardi di dollari da governi e altre istituzione da destinare interamente a tutto il processo per arrivare a una diffusione capillare del vaccino.

 

Anche perché, parole di Gates, la pandemia è paragonabile ad una guerra mondiale, “se non fosse che per una volta tutti siamo sullo stesso lato della barricata” contro il Covid-19 che non ha mai esitato a definire quale suo “incubo peggiore”.

I più visti

Leggi tutto su News