Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Per Conoscere
    • Ricette
    • Sport
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 20 giugno 2021 - Aggiornato alle 00:00
Live
  • 22:05 | Basket, ad Amburgo l’Italia stende anche la Repubblica Ceca 83-71
  • 21:05 | Ewan McGregor e il film sulla scalata dell’Everest
  • 20:38 | Matteo Berrettini è in finale sull’erba del Queen’s
  • 19:09 | Covid: quanti sono i morti, regione per regione
  • 19:03 | MotoGP 2021, Germania: Rossi 'vede nero' per la gara e il 2022
  • 19:02 | Chi vuole, potrà avere la seconda dose di AstraZeneca
  • 17:30 | In Italia 1.197 nuovi positivi su 250mila tamponi. 28 i morti
  • 17:24 | Covid, come ottenere il Green pass sull’app Immuni
  • 17:01 | Iran, il nuovo presidente è l'ultraconservatore Raisi
  • 15:59 | MotoGP 2021, Germania: Zarco centra la pole position al Sachsenring
  • 15:45 | La nuova fondazione di Kate Middleton
  • 15:27 | Il Museo Etnografico di Sassari diventa un atelier
  • 14:13 | Edoardo e Sophie di Wessex festeggiano 22 anni di matrimonio
  • 13:15 | Litosfera: com'è fatta la Terra
  • 12:15 | Filetto di salmone al forno con patate
  • 12:15 | Estate 2021: le soluzioni preferite dagli italiani
  • 12:07 | Ibrahimovic operato al ginocchio
  • 11:56 | Mancini pensa a un po’ di turnover per il Galles
  • 11:45 | Chi è Florin Vitan, tiktoker che sogna di fare l'attore
  • 11:45 | Tabella tempi di cottura sottovuoto bassa temperatura
PayPal, i pagamenti in - Credit: iStock
CORONAVIRUS E ECONOMIA 8 maggio 2020

PayPal, i pagamenti in "sicurezza" con QR code

di Federico Bandirali

Pensato per le pmi, il sistema consente di mantenere il distanziamento sociale tra cliente ed esercente

Il distanziamento sociale determinato dalla pandemia di coronavirus, ha generato un rinnovato interesse per i pagamenti digitali, evidentemente più sicuri e “senza contatti” a rischio con superfici dove il virus SARS-CoV-2 si è depositato conservando la carica virale per infettare altre persone.

 

PayPal, tra i servizi di pagamento online più utilizzati al mondo, con l’intenzione di risolvere il “problema” del Covid-19 negli acquisti al dettaglio - per i quali non sono sufficienti l’uso di mascherine chirurgiche o filtranti, gli igienizzanti per mani visto che contanti e carte di credito implicano il toccare diverse cose e , di conseguenza “contatti ravvicinati a rischio” – ha deciso di introdurre anche la possibilità di pagare con un banale QR code.

 

Ideato per esercenti di negozi “fisici” di piccoli esercenti e venditori occasionali, il sistema è tanto banale quanto efficace per chi possiede uno smartphone.

Il codice QR (acronimo di Quick-Response Code), non è altro che un codice a barre digitale che, grazie ad apposite app per “leggerlo”, viene scansionato proprio con la fotocamera del telefonino. Un sistema utilizzato da tempo per i biglietti di accesso agli eventi, come concerti e manifestazioni sportive, che ne fanno un ticket digitale. Nell’idea di PayPal, però, saranno proprio i venditori ad avere un QR univoco, che una volta immortalato apre in automatico rimanda l’utente al sito della società o all’apposita app.

 

I commercianti, banalmente lasciando scansionare il predetto codice ai clienti, daranno modo agli stessi di completare il pagamento, a patto di aver un account sulla piattaforma “agganciata” ad una carta di credito (o debito) o al conto corrente per reperire i fondi utili a completare la transazione.

 

Per i piccoli imprenditori e per autonomi che operano nel settore manutenzione, sarà sufficiente quindi lo smatphone o una stampa del QR code (uno solo per esercente) per essere pagati, mentre il consumatore finale già registrato su PayPal potrà gestire la transazione tramite app, senza, evidentemente a distanza e, di conseguenza, “in sicurezza” rispetto alla possibilità di contagio.

 

Nei negozi, poi, il codice può essere esposto alla cassa, in vetrina, e in altri spazi del negozio, evitando assembramenti per inquadrarlo. A quel punto il cliente dovrà scansionarlo, scegliere da quale fonte di pagamento principale attingere (ovviamente dopo essersi autenticato su PayPal con il consueto login), inserire la somma che deve corrispondere all’esercente e concludere l’acquisto in tempo breve, senza rischi per la salute.

 

PayPal, peraltro, ha progettato il sistema anche per i pagamenti in contrassegno o per le consegne a domicilio, ed evidentemente visto che lo strumento prefigura sempre un pagamento a distanza con il solo smartphone ma non anticipato, la cosa ha un suo senso. Peraltro, per non far mancare nulla, è prevista anche la possibilità di lasciare, nel caso, la mancia al fattorino.

 

La privacy, ovviamente, è garantita da una piattaforma che chi acquista online conosce bene e di provata affidabilità, quindi i dati bancari sono al riparo da brutte sorprese cosa che, ad esempio, non accade con le carte di credito, ancora “clonabili” sebbene sempre più sicure.

 

Il servizio, nonostante PayPal non sia un ente di beneficenza ma una società che mira a generare profitti, sarà offerto come strumento a supporto di piccoli imprenditori, commercianti e autonomi in un momento storico evidentemente particolare, senza alcuna commissione o tassa sulle transazioni fino al 13 settembre 2020 (salvo proroghe).

 

Dal 14 settembre, invece, il commerciante, se vorrà continuare ad utilizzare il servizio, dovrà  corrispondere a PayPal una quota fissa per transazione (20 centesimi) e lo 0,50% dell’ammontare della stessa, ma non è detto che nel frattempo non intervengano sgravi fiscali. Anche perché tutti i pagamenti sarebbero tracciabili e quindi “a prova di evasione fiscale”.

I più visti

Leggi tutto su News